Il premier ha le orge contate

E’ ormai una politica che sta in piedi solo grazie ai numeri, risicati e perlopiù ottenuti attraverso una triste azione di compravendita. Una politica da bottegai che però consente a berlusconi di restare in sella quel tanto che basta per sfuggire ancora alla giustizia. Unico motivo, questo, che 17 anni fa lo ha spinto a fondare Forza Italia. Il Governo in realtà è politicamente morto dal momento in cui Fini ha deciso di abbandonare il PdL e lo è ancor di più da martedi scorso, quando cioè il Parlamento ha bocciato il primo articolo del Rendiconto Generale. Una stroncatura importantissima che in sostanza riguarda il modo in cui l’Esecutivo ha gestito la finanza pubblica nello scorso esercizio. Esistono solo due precedenti della stessa gravità. Entrambi hanno portato il Presidente del Consiglio in carica a rassegnare le dimissioni. Però berlusconi, che – come scrive il Financial Times di ieri – ha condotto l’Italia ad uno stallo politico che ha di fatto impedito quelle riforme strutturali e quelle azioni correttive che avrebbero aiutato il Paese in un momento di grave crisi economica, si guarda bene dal dimettersi.

Tuttavia è evidente che non sarà certo la fiducia di oggi a risollevare le sorti del Governo, nè tantomeno a sciogliere le preoccupazioni di Napolitano, il quale ha chiesto di assicurare che «la maggioranza di governo sia in grado di operare con la costante coesione necessaria per garantire adempimenti imprescindibili come l’insieme delle decisioni di bilancio e soluzioni adeguate per i problemi più urgenti del paese, anche in rapporto agli impegni e obblighi europei». Il premier ha ormai le «orge contate» [per citare Benigni] e appare sempre più verosimile l’ipotesi di elezioni anticipate nella prossima primavera. L’opposizione ha 6 mesi per arrivarci frammentata, litigiosa e senza un leader riconosciuto. Come ha sempre fatto.

Questo post è catalogato in berlusconi, napolitano, politica. Vai al permalink.

15 Commenti

  1. camosciobianco commenta:

    …che le prossime elezioni le vinca l'opposizione a sua insaputa? :-D

    Certo è che "il miglior governo di sempre" ha perso per strada la granitica maggioranza che lo votò il lontano 14 maggio 2008 (ancora un 14 …).

    Da 335 voti favorevoli e 275 contrari, siamo giunti agli odierni 316 favorevoli e 301 contrari.  Decisamente insufficienti per amministrare uno Stato come l'Italia, per di più in un frangente in cui sono richieste prontezza d'azione e fermezza nelle decisioni assunte. 

    Annotazione interessante: tanto nel 2008 Berlusconi derideva la maggioranza striminzita che sosteneva il Governo Prodi, tanto adesso deve subire pari trattamento … Ogni voto sarà un ulteriore colpo alla sua bara politica.

    O.

  2. utente anonimo commenta:

    Carissimo. Le ore contate? Mah, giro qui una battuta che ho fatto a un'amica: "il governo ha ottenuto la fiducia e ora potrà continuare fino alla fine… dei nostri giorni"
    Insomma, 2013 o primavera, sarà sempre troppo tardi, a questi punti drammatici…
    Carlo.

  3. RearWindow commenta:

    @camoscio
    Verissimo… direi che per la legge del contrappasso berlusconi si trova ad avere la stessa maggioranza striminzita che aveva Prodi nella scorsa legislatura. C'è però un aggravante non da poco, cioè che quella manciata di voti in più che gli consentono di "tirare a campare" berlusconi se li è comprati…

    @Carlo
    Beh… se si considera il "troppo tardi", potrei dire che se nel 1994 avessimo avuto una legge contro i conflitti di interesse, come una qualsiasi moderna democrazia occidentale (USA in testa), berlusconi non avrebbe potuto neppure mai candidarsi. Quindi siamo in ritardo di ben 17 anni!!!
    Detto questo, sono cmq ottimista. La maggioranza stan pian piano sgretolandosi e la fine si avvicina sempre più…

  4. luigi commenta:

    in questi 2 giorni abbiamo dato al mondo intero l'ennesima dimostrazione di come si comporta una repubblica delle banane in situazioni drammatiche: dai festeggiamenti per aver boicottato l'articolo 1 del bilancio dello Stato, all'aver disertato l'aula per andare a cazzeggiare nelle varie bouvette o a smanettare sugli I-PAD…senso di responsabilità zero. mi pare evidente che a nessuno freghi nulla dei problemi del paese, nessuno cerchi di risolverli, attendendo tempi migliori per la bagarre politica, qui ogni spunto è buono per destabilizzare, e non è difficile immaginare che gli avvoltoi della speculazione altro non attendano..anzichè unire il paese per risolvere una crisi senza precedenti, qui si gioca al massacro, incuranti delle conseguenze.
    sai benissimo cosa penso di Berlusconi e della Lega, ma credo che in un momento simile non giovi a nessuno l'instabilità..ho trovato deprecabile il tentativo di far mancare la maggioranza votante da parte dell'opposizione, quanto ai radicali, verranno perdonati, tranquillo…qui pur di far fuori Berlusconi, ci si allea da Fini a Ferrero, senza problemi..e questa sarebbbe la futura coalizione di governo? io al di là delle solite battute ripetute come un disco rotto, non ho sentito UNA dico UNA proposta alternativa credibile: a dire no siam capaci tutti, a fare del disfattismo pure, a proporre un pò meno…
    ma se si andasse a votare domani, mi dici qual'è la coalizione? chi è il premier ? qual'è il programma? Berlusconi ha fallito, ma sei convinto che un pirla qualunque a scelta sia in grado di risollevarci?? io no…e la scarda serietà dimostrata in questi giorni difficile non è un esempio lampante: anzichè unirsi tutti per il bene comune, ci si scanna per le maledette poltrone romane…
    io, potessi, tornerei all'epoca dei Comuni, pensa te…
    la Lega ha delle colpe gravissime, in quanto, a fronte di promesse non mantenute, continua a sostenere  Berlusconi, e pagherà tutto questo alla prima occasione, ma anche l'opposizione trasversale non ha dimostrato molta sensibilità alle sorti del Paese, fomentando il caos e il disordine…da repubblica delle banane.
    detto ciò, sempre molto serenamente e amichevolmente, ti auguro una bellissimo weekend a te e dolce consorte…

  5. Sed commenta:

    Dopo il ricorso a 50  e passa voti di fiducia, vorrei sapere quale dovrebbe essere la sede delle proposte e a che ora si potrebbero presentare.

    E basta pure con questa tiritera dell'alternativa.Qui si scambia la comunicazione politica con la politica stessa  (e anche di questo sappiamo chi ringraziare).

    Migliaia di inutili emendamenti e di proposte di legge potrebbero dire di più di ore e ore di talk show.
    Non che l'Opposizione non abbia fatto errori, ma insomma di qui a parlare di mancanza di alternativa ce ne corre.

    Intanto, nonostante gli iniziali  100 voti in più, lo strapotere e il parlamento trasformato in suk, lo scudo non è passato, la legge sulle intercettazioni è di là da venire e la maggioranza oramai a brandelli con i vice ministri che vanno e vengono a mò di cambiali pagate pronta cassa, non è in grado di far approvare nemmeno il più piccolo provvedimento.Mi spiace ma nonostante la litigiosità, nessun governo di centro sinistra ha mai offerto simili spettacoli.

    Ieri le opposizioni hanno esercitato un loro pieno diritto.Niente di sconveniente dal punto di vista istituzionale.Mica come quelli che, tra uno sbadiglio e l'altro, non solo minimizzano spacciando per incidente d'aula la mancata approvazione di un atto dovuto, ma nemmeno si prendono il disturbo di interpellare il Presidente della Repubblica.

  6. RearWindow commenta:

    @luigi7
    Per risponderti faccio mio mio il commento numero 5 di sedlex. 

    Aggiungo solo se ti sembra che la fiducia di ieri sia servita come risposta alle preoccupazioni di tutto un Paese (Napolitano in primis), oppure per vivacchiare ancora un pò, sperando di sfuggire ai prossimi processi che attendono berlusconi? Se la maggioranza avesse un pò di senso di responsabilità, avrebbe da tempo sciolto il Governo e rimandato ogni decisione al popolo con nuove elezioni.

    @sedlex
    Commento inappuntabile. Aggiungo solo quanto scritto sopra a Luigi.

  7. luigi commenta:

    ma io è da tempo che dico che la Lega doveva staccare la spina…e tu lo sai, ho fatto anche dei post contro la Lega…ma il problema rimane: via un buffone, chi ci mettiamo al governo, per dasre credibilità al paese e ai ficcanaso esteri?? qualcuno di quelli che mangiava alla bouvette anzichè fare il suo dovere di parlamentare strapagato? qualcuno di quelli che giocano sporco pure di fare cadere un governo, usando mezzucci da bottegaio?? no…
    io non vedo vie d 'uscita, se non quella di fare come in Belgio…qui comunque vada è uno schifo totale…

  8. Paluca66 commenta:

    Abbiamo un governo che continua a rendersi ridicolo
    Abbiamo un Premier che è solo un buffone opportunista ormai andato anche un pò fuori di testa
    Abbiamo un'opposizione inesistente, litigiosa e che si insulta al suo interno, scesa ormai da tempo ai livelli beceri della maggioranza.
    Il mondo ci guarda allibito e ci prende in giro ogni momento.
    e i cittadini sono sempre più soli e poveri…
    Forse ha ragione Luigi quando dice che dovremmo fare come in Belgio per qualche tempo…

  9. Tavorminha commenta:

    Giuste osservazioni.

    Il problema è che ora,  a breve, saremo chiamati alle urne:
    – con una legge elettroale che nessuno vuole (e che nessuno, lassù, è stato in grado di cambiare…vergongna!)
    – con un sistema partitico che più frastagliato di così…..il Pdl è a pezzi, Il Terzo Polo non si sa ancora cosa sia, e la sinistra, il Nuovo Ulivo, solo il nome mi fa venire in mente certe brutte esperienze….

    Bel blog, complimenti, tornerò spesso.

    Un saluto

  10. RearWindow commenta:

    @luigi7
    Luigi tu sai bene che quella del Belgio non può che essere una provocazione. Può essere una grande soluzioni per i belgi che hanno sicuramente un senso civico molto più sviluppato del nostro. Te l'immagini gli italiani senza un governo???

    @paluca
    Forse faremmo meglio a traferirci noi in Belgio. Lì si può sicuramente vivere bene senza un Governo… qui sarebbe il Caos… persino maggiore di quello che esiste ora…

    @Tavorminha
    In effetti è così. Probabilmente si voterà in primavera anche per evitare il referendum per la nuova legge elettorale che nessuno vuole… 

    Grazie per i complimenti! :)

  11. SaR commenta:

    Siamo al limite…orami! Saluti da Sar.

  12. redpoz commenta:

    è un anno che il governo si regge sulla semplice matematica… ma si regge e questa è l'assurdità massima, perchè di quei 316 quasi nessuno se ne frega di assicurare la ripresa economica dell'Italia e ad ogni nuovo passaggio in parlamento saremo sempre appesi ad un voto…. ma continuiamo ad insistere di riuscire a garantire i fondamentali!!

    inoltre, se votassimo in primavera il governo fotterebbe (scusate, ma è l'unica definizione possibile…) pure 1.200.000 persone che hanno firmato per il referendum, facendoci di nuovo votare con una legge vergogna.

    quoto al 100% la considerazione sul Belgio: facessimo una cosa del genere, allora potremmo anche buttare alle ortiche la povera Costituzione, ridotta a fare da foglia di fico ad una società che ormai non esiste più

  13. RearWindow commenta:

    @SaR
    Lo penso anche io! Saluti…

    @redpoz
    Se tieni conto che questa maggioranza risicata e comprata è ciò che rimane della maggioranza più consistente della Storia della Repubblica Italiana, hai la misura esatta di quale razza di debacle sia quella del Governo.

  14. Sed commenta:

    Ma..guardate che in Belgio un governo c'è, magari solo per  la normale amministrazione – che però lì implica anche decisioni quali la partecipazione alla guerra – mentre l' efficienza è data dal fatto che  nei paesi in cui non c'è bisogno della politica per mandare avanti tutte le baracche, le cose marciano appunto, chiunque arrivi al potere.
    Insomma quelli campano di rendita,cioè del buono che hanno fatto prima e per di più con una classe imprenditoriale di sicuro meno piagnona e pavida della nostra.
    Certo così non possono progettare un gran futuro – che poi sarebbe il tema più sensibile del nostro presente – ma intanto che Valloni e Fiamminghi si mettono d'accordo,quantomeno  non vanno a rotoli.

  15. RearWindow commenta:

    @sedlex
    Ogni confronto con il resto d'Europa ci trova perdenti. Non è certo un caso che dopo la Grecia, il Paese più economicamente compromesso è il nostro…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.