Paraculo è chi il paraculo fa

Ormai non passa giorno senza che la Lega non confermi l’ignoranza e la somma stupidità che contraddistingue la sua dirigenza. E’ di sabato scorso la notizia secondo cui il governatore del Veneto, Luca Zaia, in occasione dell’inaugurazione di una scuola nel trevigiano, abbia preferito che il coro intonasse il Va’ pensiero, canto verdiano dei raduni leghisti, al posto del tradizionale Fratelli d’Italia, fatto scivolare alla fine della cerimonia. Trascorre solo qualche giorno ed ecco che i commentatori di Radio Padania si segnalano per aver esultalto al gol del Paraguay, avversario della nazionale italiana nella nostra gara d’esordio ai Mondiali. Quel gran genio di Matteo Salvini poi, nella sua pagina di Facebook, ha così rincarato la dose: «Meglio Para-guay che para-culi! Forza Zaia».

E’ ormai evidente l’escalation degli attacchi sferrati dal partito di Bossi contro qualsiasi cosa rappresenti e simboleggi l’idea di Stato in senso unitario, sia questa una bandiera, un inno od una squadra di calcio, in nome di un’idea separatista e di affermazione di un’altra entità politica diversa dallo Stato italiano, come del resto conferma Borghezio in una sua recentissima intervista: «Confermo con grande orgoglio e soddisfazione che il nostro obiettivo strategico è e resta quello dell’indipendenza della Padania, al fianco dei coraggiosi patrioti padani che hanno seguito e seguono il cammino di Umberto Bossi. E non saranno certo i professionisti della politica romana a interromperlo».

Questo post è catalogato in bossi, politica. Vai al permalink.

35 Commenti

  1. SaR commenta:

    La banda di Bossi, resiste ancora, perchè molti meridionali residenti al NORD li votano, eppoi, anche per molti mille altri motivi. Un saluto da Salvatore.

  2. AdamsRib commenta:

    Direi che stiamo preparando il clima perfetto per i "festeggiamenti" del 2011. In questo paese non si riesce ad avere un rapporto sano ed equilibrato con la storia. Non si riesce affatto. 

  3. utente anonimo commenta:

    sarebbe ora che i signori  parlamentari leghisti smettessero di insultare questa italia che nel bene o nel male li paga profumatamente .(è il solito detto che si sputa nel piatto dove si mangia )

  4. luigi commenta:

    sei una persona che stimo moltissimo…e lo sai…quindi eviterò di commentare per non fare polemiche inutili…lascio agli altri scatenarsi coi  commenti sul post…però stai diventando un pelino monotematico..ete lo dico col sorriso…buona giornata…

  5. RearWindow commenta:

    @SaR
    Purtroppo si. Un salutone a te.

    @Adam's Rib
    Siamo in clima di pieno revisionismo… tanto la gente in Italia non ha alcuna memoria storica.

    @Anonimo
    Anche perchè mi risulta che quando si tratta di prendere i soldi dei loro lauti stipendi, a Roma ci scendono volentieri…

    @Luigi
    Come sai, qui tutti possono esprimersi in piena libertà. Se ritieni che il mio post sostenga delle sciocchezze, puoi tranquillamente contestarlo, argomentando le tue tesi… ci mancherebbe altro. Non è colpa mia se ultimamente ho dedicato una particolare attenzione alla Lega… è il Carroccio che è sempre più protagonista di vicende controverse.

  6. PF1 commenta:

    Ho visto un intervista su Sky: sembra che Zaia abbia smentito del tutto l'accaduto. Montatura o Realtà? Non so… non avendo prove della cosa mi astengo dal commentare quel punto preciso. Sul resto sono d'accordissimo con te. Borghezio è una delle cose più vomitevoli che abbia mai partorito questa nazione…
    Dico solo che ai leghisti gli fa schifo tutto dell'Italia tranne la poltrona, i benefit, gli stipendi e le auto blu… quelle le prendono allegramente e senza parsimonia.

    P.S. un consiglio a Luigi. Se non sei d'accordo su quanto detto da Rear confrontati con lui e ribatti sugli argomenti. Chissà che tu non ci faccia capire alcune cose che al momento ci paiono surreali e deprimenti.

  7. ArtemisiaHate commenta:

    Non credo sia un problema di essere monotematici.
    Purtroppo è uno dei problemi dell'italia e se ne deve parlare.
    La lega è sempre più pericolosa e prepotente.

  8. RearWindow commenta:

    @PF1
    Prima di scrivere il post mi sono informato da più parti (cosa che peraltro faccio sempre). Ci sono parecchi testimoni che sostengono che Fratelli d'Italia sia stato suonato a fine cerimonia quando il Governatore se ne era già andato. Zaia dà la colpa al suo portavoce. Io sono d'accordo con quanto scrive oggi Gad Lerner.
    Quanto a Luigi, a me farebbe piacere dicesse la sua anche questa volta, anche perchè vorrei che qualcuno provasse a sostenere il punto di vista del Carroccio, che ultimamente – a mio modo di vedere – sta assumendo posizioni sempre più preoccupanti

    @ArtemisiaHate
    Hai perfettamente ragione. Io provo vergogna e rabbia per certe recenti uscite della Lega… possibile che i suoi elettori non abbiano reazioni simili?

  9. fda006 commenta:

    Oh, ma i leghisti non sono solo questo. Da veneto, posso garantire che è assolutamente affascinante vivere in mezzo a loro (anche se non siamo ai livelli del nord-ovest). La loro idea di politica è una sorta di "depurazione" del concetto originale: non esiste zona grigia, ma solo bianco o nero. Non difendono un'ideale, quanto "l'ideale di un ideale", la pretesa di essere diversi, il nuovo, l'innovazione……e allo stesso tempo di ergersi a difesa di valori condivisi che la gente non sa ancora di avere.

    Da questo punto di vista, non differiscono di molto da uno spot pubblicitario; non si appoggiano ai bisogni/timori dell'elettorato, li creano, per poi scompaginarli appena possibile. In questo modo, disorientano l'elettorato che continua a seguirli (anche se prima dicevano una cosa e poi ne affermano un'altra), cercando disperatamente di capire quale sia la linea politica. Ma la cosa geniale è che questa 'linea' non esiste.

    E', in sintesi, come avere per amico uno psicopatico che cerca di convincerti che gli snuff-movies siano arte. E' talmente convinto di una cosa folle, che dopo un pò ti costringe a domandarti (irrazionalmente) se non ci sia un fondo di verità in quello che dichiara…..

  10. crimson74 commenta:

    Che poi… nessuno fa notare una cosa, semplice semplice: il "Va pensiero" con l'identità padana non c'entra un beneamato cavolo: trattasi infatti del canto di un popolo in esilio. Ora, nel caso della Padania di tutto si può parlare, eccetto che di esilio… rivendicazione delle proprie 'radici' forse (anche se con molti distinguo), ma esilio, proprio no… che cacchio c'entra? E nessuno che lo faccia notare, tanto questa è cultura e loro con della cultura fanno lo stesso uso del tricolore…

  11. MaryPoppins65 commenta:

    Anche io penso che la Lega stia diventando sempre più pericolosa, ogni giorno se ne escono con esternazioni di ogni genere, c'è veramente da preocupparsi…….provo tanto sdegno e vergogna !!!
    Come hai scritto tu, in un post precedente…..che Italietta retrograda e becera !!
    Marina

  12. liettapet commenta:

     L' italia si è unificata molto tardi al confronto delle altre dinastia europee, vedi Inghilterra ,Spagna,  Francia… ed è stata proprio questa divisione in tanti piccoli stati che ne ha fatto un territorio facile preda di dominazioni straniere..Dopo battaglie, morti e sangue abbiamo fatto un' Italia Unita. Siamo riusciti a togliere giustamente al papa il potere temporale e dopo tante lotte  la Lega ci vuole di nuovo divisi??????

  13. giovanotta commenta:

    ma ancora credono alla Padania, alla realizzazione del federalismo e a tutte

  14. giovanotta commenta:

    (ops..partito)

    .. sono ancora convinti di poter dividere l'Italia in due o in tre?
    non hanno capito che siamo davvero tutti sulla stessa barca
    (molto pericolante) e che ci salvereno o affondereno tutti insieme?
    Persino il buon Formigoni se l'è presa con la manovra di Tremonti
    che non mi risulta essere siculo campano o romano! e andiamo…
    ciao!

  15. ipitagorici commenta:

    Sinceramente non tifo per la nazionale ma per altri motivi che quelli dei leghisti. Comunque non ti pare curioso che ci sia questo rigurgito nazionalistico ogni 2-4 anni in occasione delle partite di calcio, e per tutto il resto del tempo non c'è ne frega un belin di chi vive a 100 km da noi ? Lo trovo molto ma molto surreale…

    Che poi non esiste una linea della Lega, a parte queste prese di posizione estemporanee e sbagliate… è solo un'altra cricca che vuole detenere il potere, cambiando di continuo il modus operandi per non ottenere nulla e continuare a chiedere cose mitiche come il federalismo (che, detto fra noi, non risolve nessun problema se fatto all'italiana, ovvero creazione di altre amministrazioni dove inserire i propri amici di partito)…

  16. RearWindow commenta:

    @fda006
    Sono sostanzialmente d'accordo. La Lega cavalca in anticipo le paure e i bisogni della gente, estremizzandoli, manipolandoli e quindi trasformandoli, sulla base delle proprie pulsioni localiste e separatiste. Una destra neofascista reazionaria e pericolosissima. Ricordiamoci che in Inghilterra oggi la destra al potere ha consentito le unioni civili fra omosessuale, mentre l'Italia della Lega è un Paese omofobo e xenofobo, dove non passa settimana senza che si aggrediscano gay o extracomunitari.

    @crimson74
    Mi fa piacere che tu sottolinei anche questa cosa. Va pensiero è tutto tranne che un inno, visto che è un canto di un popolo schiavo, esule e perdente. Persino in questa occasione i leghisti dimostrano la propria ignoranza.

    @MaryPoppins65
    Purtroppo è proprio così… ahinoi…

    @liettapet
    Il separatismo leghista ha un fondo di egoismo economico. "I soldi sono nostri e rimarrano nostri"… alla faccia del prossimo… sia questo prossimo un romano, un napoletano, un extracomunitario, un omosessuale e così via. Questa è la Lega!

    @giovanotta
    Per loro la barca è la Padania. Il resto è cosa diversa da loro…

    @ipitagorici
    Quanto alla nazionale, sono d'accordo con quello che dici. Ma, tornando alla Lega, il tifo contro Lippi e i suoi non ha nulla a che vedere col calcio. La nazionale è solo uno dei simboli dell'identità italiana che il Carroccio da sempre attacca e dileggia.

  17. luigi commenta:

    volevo solo chiarire, che il tuo blog è bellissimo, e nel post non scrivi sciocchezze…io leggo e basta, colgo l'odio della gente e tiro  dritto…sulla nazonale però qualcosa dico…io sta storia che ogni 4 anni siamo tutti italiani uniti non me la bevo…io un interista che esulta al gol di De Rossi non ce lo vedo, come non mi ci vedo io a esultare per un gol di Iaquinta…il discorso non è il tifare contro..è il non tifare..poi a volte si esagera, e Radio Padania l'ha fatto, ma ti sei domandato, quanti altri, e magari non padani, hanno esultato al gol del Paraguay? a me non ha fatto nè caldo nè freddo, nè il gol del Paraguay nè quello dell'Italia, ma semplicemente x' a me dell'Italia calcistica frega un tubo…al massimo simpatizzo per Brasile o Argentina, che mi piacciono come giocano…x' sta cultura del tifo obbligatorio?? e chi non tifa Italia è razzista o xenofobo o vedi tu…?volevo scrivere 2 righe, ho esagerato, come sempre…ma con simpatia…

  18. crimson74 commenta:

    Il discorso che fa Luigi non è in effetti del tutto errato: non sono poche le persone (ne conosco qualcuna anche io) che anche da sinistra tifano contro l'Italia, perché siccome l'Italia è Berlusconi, il calcio è un'arma di distrazione di massa,   il calcio è il simbolo di tutta la cialtronaggine italica etc.., etc…, allora tifano contro la Nazionale, volendo così marcare una loro differenza 'politico / sociale' (peraltro del tutto teorica) dalla cosiddetta 'massa'… come vedi la cretineria almeno in questo caso non ha colore politico… ;)

  19. ipitagorici commenta:

    Se uno non si riconosce in una nazionale in cui vengono convocati "gli amici degli amici" "i raccomandati" e "chi è all'interno di certi giri di potere" mentre altri bravi giocatori rimangono a casa perchè "antipatici all'allenatore"(Cassano) "fuori dai giri giusti GEA" (Balotelli) e "usciti male da Juve/GEA"(Miccoli)… deve tifare lo stesso ?

    Esprimo il mio dissenso tifando per l'Argentina di Maradona (e anche perchè mio nonno nacque a Buenos Aires) e per il Ghana (gioca bene e mi sta simpatico)…

  20. RearWindow commenta:

    @Luigi7
    Luigi tu avresti ragione se questo discorso del tifo o del non tifo avesse a che fare col calcio. Se così fosse sarebbe tutto più o meno legittimo, anche non tifare per la nazionale o persino tifare contro, come hanno fatto a Radio Padania. Il punto però è un altro e, visto che mi sembra tu sia una persona sincera, non puoi non dirmi d'essere d'accordo. Qui il calcio non c'entra nulla. La squadra di Lippi viene osteggiata dalla Lega perchè è un simbolo nazionale, così come lo è il tricolore o l'inno di Mameli. E siccome la Lega non si riconosce in un'Italia Stato unitario, ecco lì che attacca Cannavaro e compagni. A questo punto la domanda è: ti pare giusto che un partito che ha giurato dalle mani di Napolitano fedeltà alla Costituzione offenda i simboli unitari, anteponendo gli interessi locali a quelli nazionali??? Per me tutto ciò, unito a a spinte separatiste e a diverse iniziative discriminatorie contro extracomunitari/islamici/meridionali/omosessuali individua il Carroccio come una destra fra le più reazionarie e pericolose.

    @Crimson74
    Per me invece la posizione della Lega nei confronti della Nazionale di calcio, non solo è errata ma è gravissima. Perchè gravissimo e grottesco è il caso di un Partito che ha esponenti nel Governo (peraltro di primo piano) che al tempo stesso attacca i simboli unitari, in virtù di una visione localista e separatista. Ciò che dici è vero, ma riguarda una certa intellighenzia di sinistra più o meno diffusa fra la gente, che però non vede un corrispettivo ed una gran cassa in un partito politico, come invece nel caso della Lega che perdipiù (aggravante considerevole) sta pure al Governo. La Lega è l'unico partito che straccia il tricolore, non riconosce l'Inno, non festeggia l'Unità nazionale. Il discorso è profondamente diverso!

    @ipitagorici
    Il tuo dissenso è sacrosanto, ma nulla ha a che fare con i motivi per i quali la Lega preferisce tifare per la Nazionale Padana, che per la seconda volta consecutiva ha recentemente vinto il CAMPIONATO MONDIALE delle NAZIONI INESISTENTI (quando la stupidità umana non conosce limiti), piuttosto che per la selezione italiana.

  21. DonBuro commenta:

    Penso che alla fine sia tutto folklore… basterebbe soltanto non dare a certe cose troppa rilevanza mediatica… tutto qui… comunque sia, rispetto per tutte le opinioni…

  22. luigi commenta:

    non sono cosi convinto del tuo discorso…non vedo spinte secessionistiche, da noi c'è finalmente un governatore leghista, che si sta dando da fare (osteggiato persino dal PDL quando ha deciso di tagliare del 15% gli stipendi..)ma che di secessione non parla affatto…chiedera un minimo di autonomia, non è volere la secessione…sulla Nazionale aggiungo, Lippi, personaggio squallido,odioso e merdoso, aiuta molto a rendere antipatica la Nazionale..anch'io tifo Argentina e Brasile, mi piace il bel calcio, che Lippi non ha…
    prometto, da quando ci sarà Prandelli, maggior simpatia per l'iTALIA..ma tifarla mai…non ce la faccio…retorica e demagogia chiedere unità al popolo pallonaro igni 4 anni, dopo che ci si è insultati…ma è una mia personalissima opinione…un sorriso a tutti…buona giornata..

  23. RearWindow commenta:

    @donburo
    Secondo me continuare con la teoria "ma si, tanto è tutto folklore" è un modo molto pericoloso di leggere la realtà italiana. La gente dovrebbe iniziare ad indignarsi se vuole vivere un Paese moderno, degno delle migliori democrazie europee. Ricordiamoci che Mussolini non è andato al potere attraverso un golpe, ma grazie ad elezioni democratiche!

    @luigi
    Delle due l'una: o noi due parliamo due lingue diverse o viviamo in paesi differenti :)
    La Lega non ha spinte separatiste? Perchè allora non provi a commentare le dichiarazioni di Borghezio, o cerchi di spiegarmi perchè Salvini si fa fotografare con una maglietta dove c'è scritto "Padany IS NOT Italy", o mi dici cosa ne pensi di quest'articolo riguardante Bossi? Perchè non mi spieghi perchè la Lega non vuole festeggiare l'Unità d'Italia, o non si riconosce nell'Inno di Mameli? Perchè non mi dici per quale motivo la Lega abbia esultato alla vittoria nelle recenti elezioni dei separatisti belgi, parlando di modello da seguire per noi??!!

  24. utente anonimo commenta:

    Ma che schifo quella vignetta…
    Sono per la secessione del Mezzogiorno.

  25. luigi commenta:

    mi pare che alla fine si usi sempre Borghezio per supportare le tesi..è un pò poco…lui è uno, i leghisti sani un pò di più..ma fa comodo cosi…anche a me farebbe comodo citare Di Pietro come modello d'ignoranza e sottocultura politica…e poi? un caso isolato, come Borghezio, come Salvini…guarda invece alle cose buone che fa la Lega…fatti spiegare, ad esempio, come funzionano le ronde…nei comuni padani..vatti a fare un giro nei comuni  e guarda il livello di pulizia dell'ambiente…eh no..sempre meglio cercare su IUTUB le cagate di Borghezio, di Salvini, Radio Padania…e spacciarle per verità assolute…e intanto la Lega cresce sempre…buon weekend

  26. ipitagorici commenta:

    Beh ma Radio Padania è un organo ufficiale del partito, Borghezio è un deputato europeo, Salvini è comunque di spicco… un po' semplicistico dire che sono "casi isolati", se ai vertici non vanno bene le loro posizioni dovrebbero non candidarli più…

    Insomma avresti ragione Luigi se queste affermazioni venissero dal consigliere comunale di uno sperduto e piccolo paesino…

  27. luigi commenta:

    @ipitagorici
    per me è come se lo fossero…

  28. RearWindow commenta:

    @anonimo
    Io invece sono per la secessione delle 5 del pomeriggio, a quell'ora riesce meglio! :)

    @luigi
    Noto che non hai risposto a neppure una delle mie domande.
    Io sono d'accordo con ipitagorici. Inoltre, oltre a Borghezio e Salvini, ci sono Zaia, e poi Maroni che preferisce festeggiare con La Gatta a Varese, piuttosto che a Roma con l'Inno nazionale, ed anche le recenti dichiarazioni di Bossi. Mi pare che qui si tratta di tutta la dirigenza. Ed anche se così non fosse, io mi aspetterei comunque che, se la Lega fosse un partito serio, prendesse le distanze da certe dichiarazioni deliranti dei suoi. Poco mi importa se il Carroccio amministra bene in qualche paese del bresciano, piuttosto che del bergamasco. A me importa sapere quali sono gli ideali di cui un partito si fa portatore con la sua politica. E quelli della Lega sono, a mio avviso, vergognosi.

    @ipitagorici
    Appunto!

  29. redpoz commenta:

    sarebbe opportuno che non fosse solo De Rossi a farsi carico di rispondere a queste cazzate….

  30. luigi commenta:

    A me importa sapere quali sono gli ideali di cui un partito si fa portatore con la sua politica. E quelli della Lega sono, a mio avviso, vergognosi.

    ..ecco un buon motivo per andarcene fuori dalle palle…fosse per me….
    buona domenica a tutti (oggi c'è il raduno di Pontida…potevi ricordarlo no?)

  31. MonsieurVerdoux commenta:

    Ma davvero c'è chi crede che questi siano "casi isolati"? Come dice il pitagorico, qui parliamo di deputati europei e di personaggi di spicco del partito! E poi mi pare sia stato lo stesso Zaia a non far suonare Fratelli d'Italia all'inaugurazione di cui Rear Window parla nel post. La secessione questi qui la vogliono fare davvero al grido di "roma ladrona", sono sorpreso ci sia ancora chi dice che la Lega è buona è brava e vuole il bene dell'Italia, come si fa ad essere così ciechi e a non capire che è tutta una cosa di facciata (che poi non lo è più nemmeno tanto).

  32. ipitagorici commenta:

    Guarda fosse per me lascierei i leghisti liberi di fare la secessione e farei uno stato composto da Liguria e Meridione…
    Anche perchè ho quasi esclusivamente amici di blog liguri, campani e sardi… chissà perchè poi…

  33. RearWindow commenta:

    @redpoz
    Assolutamente vero…

    @luigi7
    Continui a non rispondere alle mie domande. Io comunque te ne aggiungo altre. Cosa ne pensi di Castelli che oggi dice "O federalismo o secessione"??? Cosa nei pensi dei vergognosi cori sempre di oggi che dicono "Noi non siamo napoletani"?

    @MonsierVerdoux
    La Lega non ha mai voluto il bene del nostro Paese. Chi ci crede o è un povero illuso o è in malafede!

    @ipitagorici
    Facciamo una secessione noi di Splinder?? :)))

  34. luigi commenta:

    Castelli ha ragione…le promesse van mantenute…o no?? ci han promesso il federalismo, facciamolo…poi, secessione è una parola grossa..tiriamo all'autonomia regionale, è più credibile…
    e tu sei sempre un simpaticone…

  35. RearWindow commenta:

    @Luigi
    "Autonomia regionale" suona tanto da eufemismo. E' un pò come quando gli handicappati si chiamano diversamente abili… ;)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.