Il Grande Carnevale

Ho sempre più difficoltà a commentare i fatti della nostra politica, senza provare un forte senso di disgusto, rabbia, vergogna e stanchezza. Incapaci di pianificare alcunchè, viviamo come dentro un grande carnevale mediatico [il riferimento al capolavoro di Billy Wilder non è puramente casuale] in cui tutto è emergenza e tutto si strumentalizza. La grave crisi di Lampedusa in cui migliaia di migranti si trovano come animali ammassati l’uno sull’altro, ottiene da un lato la volgare risposta di Bossi “fuori dalle balle” e dall’altra la demogagica e cialtronesca trovata di berlusconi di candidare l’isola siciliana al Nobel per la Pace. La televisione è sempre più al centro del discorso politico. Si prova – fortunatamente senza al momento riuscirvi – ad imbavagliare le trasmissioni di approndimento politico ancora libere in vista delle prossime elezioni, si licenzia Masi perchè incapace di far chiudere Annozero, si specula persino sul sisma dell’Aquila, inventandosi una finta terremotata che a Forum ringrazia in diretta il Governo per quanto fatto dopo la catastrofe, si trasforma infine la presenza del Cavaliere al Palazzo di Giustizia in una furba mossa propagandistica da reiterare sui TG di regime per provare al popolino che lui ai processi ci và.

Tutto questo mentre il premier accelera senza la minima vergogna – nonostante le assicurazioni che non si sarebbe più ricorso a leggi ad personam – al fine di far approvare in tempi brevissimi la prescrizione breve, che oltre a presentare tratti di dubbia costituzionalità mette incidentalmente a rischio migliaia di processi.

Questo post è catalogato in berlusconi, bossi, masi, politica, televisione. Vai al permalink.

7 Commenti

  1. innoallavita commenta:

    Anche io provo rabbia, vergogna e stanchezza… molta.

  2. utente anonimo commenta:

    Pensavo di aver superato la soglia del limite all'indignazione parecchio tempo fa, invece noto che, ancora una volta, gli eventi sono precipitati ed io mi ritrovo nauseato di ciò che sta combinando il nostro governo.
    Per inciso il problema dei clandestini, almeno all'inizio, è stato anche ingigantito ad arte per accelerare sul processo breve senza che l'attenzione dei media finisse inevitabilmente sul dibattito politico. Un premier che dimezza i tempi della prescrizione mentre ha 4 processi pendenti è sospetto anche per i più fedeli elettori del centro-dx…
    Ora però la bomba gli è scoppiata tra le mani è il problema umanitario è esploso per davvero, ponendo in evidenza l'incapacità della coalizione Lega-PDL non solo di venirne a capo, ma addirittura di farsi ascoltare in Europa.
    A proposito di "farsi ascoltare"… da incorniciare il fatto che la Germania abbia risposto alle dichiarazioni di Frattini su di un millantato piano italo-germanico con un "noi non ne sappiamo nulla" e che USA, Germania, Francia e GB si siano riuniti lasciandoci fuori dalla porta, come a dire: "voi servite solo per le basi". Ma del resto come dar loro torto? Non è nemmeno ancora chiara la posizione di Berlusconi, che si dice addolorato per le sorti dell'amico Gheddafi.
    In più tutti sanno che lui ha tessuto affari personali di svariati milioni di euro con il capataz libico, dunque temono che potrebbe arrivare a fare il doppio gioco. Ah, no, quello lo sta già facendo con Gheddafi ora che gli stiamo muovendo contro la guerra… allora "triplo gioco".
    Carlo

  3. Paluca66 commenta:

    Non si può non essere d'accordo con quanto scrivim, ma non posso fare a meno di sottolineare ancora una volta che forse anche un pò di autocritica ogni tanto servirebbe a dare ancorta più forza a quanto tu e uno stanco popolo di sinistra ormai da tempo, giustamente dal vostro punto di vista, andate affermando.
    So di parlare di corda in casa dell'impiccato ma devo dire che la Lega è stata la prima a denunciare il pericolo di un'invasione (dileggiata e scherzata dall'intellighenzia (???) di sinistra) di "migranti" (che bello riempirsi la bocca di questi termini: sono clandestini per le quali la Legge prevede l'identificazione e il rimpatrio, punto e basta) la maggior parte dei quali NON proviene dalla Libia e ora Bossi sia pure nella sua solita maniera troppo colorita si limita a dire quello che la maggioranza degli italiani (e se la pensate diversamente siete ipocriti) e francesi (vedi quello che succede a Ventimiglia!) e tedeschi e… pensano!
    Che Berlusconi , ora più che mai, pensi solo a sè stesso e a come pararsi il c..lo è cosa arcinota che non fa nemmeno più notizia, che la sinistra tanto per cambiare offra alternative talmente confuse e senza capo nè coda lo è altrettanto e io sono convinto che nella stanchezza e nella delusione tua, di Carlo e di tutti quelli che come voi credevano e speravano in una vera alternativa al premier c'è tanta consapevolezza che quella alternativa purtroppo ancora non esiste o è talmente deprimente (ma li avete visti i cartelloni di Bersani e dei suoi "OLTRE"? che tristezza!!!) da lasciare esterrefatti anche gli elettori di centro destra: ma questo è difficile da ammettere perchè il popolo della sinistra non ne può più di sconfitte e di piccoli uomini assolutamente incapaci di rappresentarlo!

  4. Sed commenta:

    I clandestini vanno identificati processati e rimpatriati – questo è ancora uno stato di diritto – quindi sul punto e basta ci andrei cauta, quantomeno sentirei che ne pensa il Foro di Agrigento e il direttore della locale Casa Circondariale, poi anche la Tunisia, che se li riprende a tre per volta, in virtù di un trattato bilaterale che nessuno ha pensato di modificare.

    Quando si scrivono le leggi con i piedi  o per far contento l'elettorato che si è provveduto a impaurire con apposite campagne, questo capita.Guerra o non guerra.

    Il governo ha speculato su Lampedusa abbandonando per oltre un mese esseri umani per la strada.Qualunque paese civile, anche il meno "accogliente" si sarebbe vergognato di non avere un piano nel cassetto avendo nel proprio territorio il primo punto d'approdo utile per chi viene dall'Africa. E del resto il piano ancora non c'è.

    Incapaci, cinici e inconcludenti.

    Cosa si vuole dalle Opposizioni? Quella di centro sinistra ha gestito con successo ben altri sbarchi dall'Albania. E senza tendopoli o spot. Si ricalchi quel modello. Non è poi così difficile.Ci possono arrivare anche i teorici della visione geopolitica non oltre il confine dell'aia.
    Poi si vede chi deve andare fuori dalle palle

  5. RearWindow commenta:

    @innoallavita
    E' difficile per una persona di buon senso non reagire così…

    @Carlo
    Sono perfettamente d'accordo.

    @paluca
    Quanto sta accadendo a Lampedusa è indegno di un paese civile. Sull'argomento faccio mie le parole di sedlex al commento no. 4. Io aggiungo solo che ciò che tu chiami espressione colorita per me è una dichiarazione vergonosa, ed il fatto che a farla sia stato un Ministro della Repubblica Italiana la rende ancora più grave. Se l'Europa ci lascia soli e ci esclude dai vertici che contano, non è colpa solo di berlusconi, ma anche della Lega e della sua rozza e xenofoba ideologia del "fuori delle balle" su cui bossi ha fondato il suo partito. Non sono neppure d'accordo quando scrivi che ciò che fa berlusconi ormai non fa più notizia. Invece ha iniziato a farla solo da qualche mese, dopo che per più di 15 anni l' opinione pubblica (se si deve fare dell'autocritica, la si faccia qui. Per conto mio ho sempre contestato l'asse berlusconi-bossi e non l'ho mai votato) ha permesso che costui compiesse qualsiasi nefandezza senza reagire in alcun modo. La tempestiva manifestazione di ieri a Roma è un bel segnale che le cose cominciano fortunatamente a cambiare. Come poi ho già avuto modo di dirti diverse volte per me l'alternativa ad un Governo come questo esiste eccome, anche perchè persino Qui Quo Qua sarebbero in grado di fare meglio di questi.

    @sedlex
    Sottoscrivo parola per parola, punteggiatura compresa. Il modo in cui l'Italia ha affrontato la questione libica nel suo complesso dà la misura esatta dell'inadeguatezza di questo Governo a rappresentare un Paese come il nostro. All'estero se ne sono accorti già da parecchio tempo ed infatti ci escludono da qualsiasi decisione importante.

  6. acquacotta commenta:

    l'accoglienza vista ai tg ieri dei Lampedusani che pensamo amareggiati ai 10 minuti del primo ministro che promette campo da golf, rimboschimenti, in 48 ore niente più clandestini,  il premio Nobel per la pace agli isolani, l'acquisto di una villa nella notte su internet per poter dire 'anch'io sono lampedusano' con vicini di casa felici per la rivalutazione immobili isola, lascia increduli: l'incantatore di folle continua con lo stesso show, mentre in Parlamento depennano i reati di cui è indagato.

  7. camosciobianco commenta:

    …a gennaio il Ministro Maroni si diceva preoccupato per le imminenti ondate di immigrati, provenienti dal Maghreb in rivolta.
    Il Governo, tuttavia, non è andato oltre le parole del Ministro degli Interni. Nessuna decisione è stata presa, nessun piano di evacuazione è stato predisposto e il risultato è stato quello di Lampedusa.

    …il piazzista di Arcore: dopo l'immondizia di Napoli (ieri vi erano accumuli di rifiuti stimati in 1800 tonnellate …) e la ricostruzione di L'Aquila ( i calcinacci sono esattamente lì dove li ha lasciati il terremoto), ieri si è lanciato in una lista di promesse da fantascienza.
    Una su tutte: il campo da golf. Per chi non lo sapesse, un percorso da 18 buche necessita della stessa quantità di acqua di una piccola città di 5000 abitanti. Sapendo che a Lampedusa l'acqua viene portata (in larga misura) con navi cisterne non si capisce come verrà costruito e, soprattutto, gestito il campo da golf.

    Penoso vedere gli isolani prima inveire contro il Governo e, poi, applaudire e ricoprire di elogi il Presidente del Consiglio.

    Prescrizione breve: non sarebbe più semplice per i vari cortigiani dell'addolorato di Arcore dire che Lui è sempre e comunque innocente? Troppo chiedere? 

    O.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.