Lega ladrona?

Fatto salvo il famoso principio della presunzione di innocenza fino a giudizio emesso, l’indagine per corruzione a carico del presidente del Consiglio Regionale della Lombardia, il leghista Davide Boni, è una bella tegola in casa del Carroccio. Se l’accusa finale fosse di colpevolezza, infatti, dimostrerebbe nel modo peggiore che anche il partito di Bossi, nato vent’anni fa come reazione al sistema politico centralista, fatto di ruberie e corruttele, è ormai pienamente organico al regime di malaffare messo in piedi dal PdL e che, perlomeno in ambito milanese, ha visto coinvolto anche un esponente di punta del PD.

Ciò che dispiace sono le prime reazioni del Senatur e di gran parte della dirigenza del partito, che – nel miglior stile berlusconiano – parlano di ritorsioni e complotti orditi dalla magistratura.  Se poi si nutrisse ancora qualche dubbio sull’idea di trasparenza e democraticità in seno al Carroccio, basta leggere il suo organo ufficiale di informazione, La Padania, che per il secondo giorno consecutivo omette di parlare della vicenda, preferendo – evidentemente – concentrarsi su notizie sicuramente più importanti, come la sagra della polenta taragna col cotechino a Brembate di Sopra.

Questo post è catalogato in boni, bossi, politica. Vai al permalink.

17 Commenti

  1. redpoz commenta:

    l’indagine su Boni è un gravissimo segnale, sia per la Lega che per la Lombardia.
    Come scrive bene Curzio Maltese su Repubblica di oggi, il sistema lombardo di Formigoni ormai fa acqua da tutte le parti: ovunque trapelano notizie di un sistema politico palesemente criminale. Non da ultimo, ma troppo taciuta, la questione delle firme false nel listino del governatore.
    Insomma, la situazione in Lombardia è compromessa da lungo tempo. E non stupiamoci quando verranno a galla scanali che coinvolgono anche qualche mafia….
    Sapere che anche la Lega è coinvolta non mi stupisce: non ho mai creduto all’assoluta estraneità dal malaffare di qualsivoglia partito. Specie quelli al potere: come sarebbe stato possibile per i leghisti condividere uffici ed incarichi per tanti anni con tanti colleghi del PDL inquisiti senza essere nemmeno sfiorati? Perchè in tutti questi anni nessuna denuncia è giunta dai leghisti lombardi? Va bene la presunzione di innocenza, ma buona logica istituzionale vuole che se il mio vicino ruba io cerchi di prenderne le distanze….
    Cosa dire della “Padania” e delle dichiarazioni successive? Il modello berlusconiano ormai ha preso piede, figuriamoci se qualcuno è pronto a riconoscere le proprie responsabilità! Tanto meno un partito come la Lega, la cui percezione della realtà è sempre stata distorta: la mitologia di chi vuole prendere il potere non è cambiata da Craxi ad oggi.

  2. gattarandagia commenta:

    tu sottovaluti l’importanza della polenta taragna!

    battute a parte, non capisco il candore di chi si aspettava che una serie di persone, non particolarmente motivate da alti ideali o di specchiata moralità, non si gettasse sulla torta pronti finalmente a far man bassa.
    oltre ad avercelo (avuto) duro, hanno anche una gran fame.

  3. Laila commenta:

    La lega non è un alieno sulla terra. E’ un partito come tutti gli altri e ruba come tutti gli altri.
    E’ solo giunta l’ora di aprire gli occhi e sbarazzarcene definitivamente!

  4. paluca66 commenta:

    Sai come la penso in merito all’intero sistema politico e quindi non mi sono stupito affatto per queste notizie così come non mi stupii per la vicenda Penati.
    Credo, purtroppo, che a certi livelli (soprattutto in Italia) la politica finisca inevitabilmente (e non so per quale motivo) per corrompersi e che chi arriva lì, qualsiasi sia il suo colore o il suo credo prima o poi ci finisce dentro: forse è qualunquismo, io lo chiamo disincanto, ormai ne abbiamo viste davvero troppe e ormai sono quasi settant’anni che la storia si ripete senza che nulla cambi.

  5. RearWindow commenta:

    @redpoz
    Penso anche io che questo particolare sistema di malaffare difficilmente può aver tenuto fuori la Lega. Quanto al modello berlusconiano, perlomeno si deve dare atto ai dirigenti del PD che nessuno ha invocato il complotto della magistratura e che all’indomani dell’avviso a Penati, la notizia era ben visibile sulla prima pagina de L’Unità…

    @gatta
    Il famoso celodurismo leghista… diciamo allora che l’appetito sessuale è andato di pari passo con quello economico… ;)

    @laila
    Certo… però per un partito nato proprio in contrapposizione alla corruzione romana, la notizia del coinvolgimento di Boni è un segnale particolarmente grave…

    @paluca
    Alla luce degli ultimi avvenimenti che a Milano hanno coinvolto Pdl, PD e in ultimo anche Lega, difficile darti torto… comunque, se Boni non riuscirà a dimostrare la propria estraneità, la cosa avrà una pesante ricaduta sul partito di Bossi…

  6. Luca Scialò commenta:

    La Lega ha perso credibilità già da quando ha appoggiata per vent’anni il Cavaliere e i suoi lesto-fanti. Poi addirittura incappa esso stesso in casi di corruzione, quindi figurati…
    Son lontanissimi i tempi di quando mostravano, a pieno diritto, il cappio in Parlamento inneggiando a Mani pulite. Adesso quel cappio lo meritano anche loro.

  7. Carlo commenta:

    Partiamo dalla tesi difensiva della Lega: il complotto.
    Parlare di un presunto complotto ordito “ai danni dell’unico partito dell’opposizione” (non è vero cè anche l’IdV) non solo è una risposta vecchia, che puzza di PDL, ma costituisce anche un vero e proprio insulto all’intelligenza dell’opinione pubblica. La Lega vuole davvero farci credere che magistratura e forze della maggioranza (quindi anche Berlusconi!!) abbiano lavorato gomito a gomito per dossierare e montare scandali fasulli!? Roba dell’altro mondo.
    Dalla Lega mi sarei invece aspettato una epurazione fulminea dell’imputato, senza sé e senza ma. Ora fa tanto la garantista, ma ai tempi di Mani Pulite sventolava i cappi senza attendere le sentenze di colpevolezza…
    Inoltre, come tu giustamente ricordi, Maroni e Tosi sono arrivati vicini all’espulsione, sulla scia della vicenda finiana, per un banale disaccordo, frutto del dialogo democratico che deve esistere all’interno di un partito, con il loro segretario. Boni, su cui pende un’accusa gravissima, resta al proprio posto e tutti nel partito gli fanno quadrato attorno.
    Non ci siamo. Questa non è la Lega delle origini. Quantomeno non è la Lega pubblicizzata da Bossi.
    Mi chiedo e vi chiedo, posto che ormai è appurato che, in quanto a morale, Milano non ha nulla da insegnare a Roma, il Nord non è migliore del Sud, la Lega non è al di fuori di certe brutte faccende (va bene: aspettiamo cmq di vedere l’esito del processo prima di dirlo con sicumera), il movimento di Bossi ha ancora senso di esistere?

  8. redpoz commenta:

    Rear: come detto altre volte, ecco la misera “superiorità morale” di cui dobbiamo accontentarci….
    Sta a noi vedere se questa miseria c’è sufficiente o ci causa abbastanza ribrezzo.

  9. acquacotta commenta:

    i titoli del tgmattina5 di oggi: “aggravata la posizione di Lusi del Pd, con accuse anche a due suoi familiari. la Lega sostiene ‘Boni non si tocca’ “. come difendersi o cercare di ricordare i fatti con un’informazione fuorviante e lontana dalla verità?

  10. Tiziana commenta:

    Fosse solo l Lega ladrona!

  11. RearWindow commenta:

    @Luca
    Pienamente allineato col tuo pensiero…

    @Carlo
    La Lega non ha davvero più nulla del movimento nato più di vent’anni fa. L’abbraccio con berlusconi (il ladrone per eccellenza) si è rivelato fatale. Sono convinto che, alle prossime elezioni politiche, anche la Lega – così come il partito dell’ex premier – subirà un pesante tracollo…

    @redpoz
    Naturalmente no, non è sufficiente. Hai ragione: sta a noi imporre che si faccia molto di più in questa, come anche in altre direzioni…

    @acquacotta
    Giustissimo! Non è un caso infatti che l’informazione – specie quella televisiva – sia sempre stato un argomento centrale per berlusconi ed i suoi. Basti vedere solo qualche giorno fa il rifiuto di Alfano a presenziare la riunione insieme a Monti, Bersani e Casini, che avrebbe dovuto proprio parlare di RAI e giustizia (altro snodo fondamentale)

    @Tiziana
    Questo purtroppo non rende la cosa meno grave…

  12. redcats commenta:

    Mi stupisco che ci si stupisca! redcats

  13. emmeggì commenta:

    E sparisse, sarebbe bello! ;-)
    Ciò che temo sarebbe l’emergere di uno dei numerosi partiti di estrema destra nazionalista (xenofoba era già la lega, ma non fascista), come è avvenuto purtroppo in molti altri paesi europei…

  14. ipitagorici commenta:

    Vignetta gagliardissima.
    La Lega è effettivamente un po’ fascista… sia nella dirigenza che nella base… nonostante la dirigenza abbia esperienze giovanili di tutt’altra parrocchia.

  15. luigi commenta:

    mancava il commneto dell’unico leghista sul web…e non mi tiro indietro, lo sai
    non ho parole, ma nello stesso tempo non sono nemmneo meravigliato, da quando la Lega è sbarcata a Roma, non si è fatta pulizia come promesso, ma ci si è accomodati al banchetto del ladroni, e si è pasteggiato con loro.
    UNA VITA AL GOVERNO, PER NON PORTARE A CASA NULLA..questa è la vera vergogna per noi
    abbiamo fatto passare di tutto, ma proprio tutto, in cambo del nulla, ora il popolo padano è giustamente incazzato, e la resa dei conti verrà già alle amministrative, dove credo che il solo Tosi vincerà…
    la cosa migliore da fare era allontanare Boni dalla carica, e poi lasciarsi indagare, se non c’è nulla, tanto meglio, ma restare abbarbicati alla poltrona, sa di romano, e purtroppo la Lega le cattive maniere le ha imparate tutte, e bene direi.
    io spero che:
    la Lega venga trombata alle elezioni di maggio
    Bossi si tolga definitivamente dai piedi
    si ricostruisca da zero una nuova Lega Nord, e si riparta ds quassù, come all’inizio, lottando da qua , tanto abbiamo visto che a Roma non si può fare nulla se non essere ladri e complci.
    vorrei che si ricominciasse da qui, dal movimento che va nelle piazze coi gazebo a raccogliere le lamentele dei suoi concittadini, come avveniva all’inizio…
    parlare di fascisti però è una cazzata..ma oggi si può dire di tutto e di più…
    , per intanto io a maggio vado in montagna, e con me perdono 4 voti…
    con questa Lega io ho chiuso…
    buona domenica a te e dolce consorte.

  16. RearWindow commenta:

    @redcats
    Personalmente non mi stupisco affatto…

    @emmegì e intesomale
    Credo che bisogna concordare su ciò che si intende per fascismo… in effetti il fascismo è stato un movimento antidemocratico e la Lega, in alcune sue manifestazioni, certo non può essere considerata come un modello specchiato di democraticità…

    @ipitagorici
    Si… Giannelli ha davvero azzeccato un bellissima vignetta…

    @luigi
    Credo che la Lega abbia pagato la lunga fedeltà al Pdl. Avrebbe dovuto restare quel movimento che nei primi anni 90 ammoniva sulla pericolosità di una forza politica guidata da un piduista, amico di mafiosi assassini, come berlusconi. Purtroppo l’abbraccio con l’ex premier ha snaturato completamente il partito di Bossi che con gli anni ha finito col perdere tutte le sue caratteristiche iniziali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.