Un cuore di ricordi

Un cuore di ricordi

Esiste un sottile filo rosso che lega le feste agli affetti, ai ricordi e alle fotografie. Un’associazione di idee piuttosto banale che tuttavia percorre la testa e soprattutto il cuore. Le immagini congelano emozioni e poi le fanno riaffiorare, spezzando lo strato di ghiaccio che le aveva riposte da qualche parte dentro di noi. In definitiva non siamo altro che scrigni che si riaprono quando abbiamo bisogno di concederci alla nostalgia. Echi, memorie, tracce che conservano in sè una piccola sorpresa, come dentro un uovo di Pasqua  che ogni anno si rompe e che – per  questo motivo – insistiamo a volere intatto l’anno successivo. Così mi viene da pensare che siamo pronti a sorprenderci solo se abbiamo rotto qualcosa prima. Proprio come un nuovo inizio che può arrivare soltanto dopo un addio. Auguri!


Cliccare sull’immagine per ingrandirla

18 pensieri riguardo “Un cuore di ricordi

  1. Un inizio nuovo, tutto nostro, moltiplicato per due… “Un elemento imprescindibile

    per una relazione stabile

    che punti all’eternità
    “… ;)

  2. Aprendo il cassetto contenente le noste foto,oltre a lasciarci andare alla nostalgia arriviamo a dare il giusto valore al vissuto.Nel momento dello scatto non sapevamo quanto importante fosse quell’attimo.Solo dopo quando rompiamo l’uovo, ci accorgiamo che il suo contenuto è pieno di significato.

  3. Impeccabile come sempre, non c’è davvero altro da aggiungere :)

    PS: Simona, io adoro il testo di quella canzone, è un insieme di piccole perle di verità :)

  4. @Adam’s Rib

    Arisa docet!!! :)))

    @aironedistelle

    E’ vero… è proprio così. Buona settimana!

    @ArtSandra

    Esattamente… lo scarto fra il presente e quello che il presente diventa, una volta passato attraverso la lente della memoria, è quella piccola sorpresa di cui parlo nel post…

    @Tzugumi

    Grazie per la botta di impeccabile!!! :)))

  5. Quante belle foto, adoro le foto, i ricordi cristallizzati in immagini e amo guardare non solo le mie, ma anche quelle degli altri, per cui ho amato guardare anche questo bel mucchietto di foto!:o) C’e’ anche un bambino con una pistola che gioca!!!Carino!!

  6. Un post davvero intensissimo, non ci sono parole per commentarlo… lo sento mio particolarmente mio. In questi giorni poi per me le foto hanno ancor più significato, ho “ereditato” dalla zia, che ora non c’è più, il suo bauletto dei “tesori”, un valigiotto pieno zeppo di tutti gli scatti della sua esistenza, foto preziose (perchè in passato erano ancor più preziose) quasi tutte in bianco e nero. Tenendo in mano questo contenitore per me sacro, mi sento come se ora avessi tra le dita l’essenza della sua stessa vita!!!

  7. Ho sempre avuto un legame forte e continuo con le immagini, a volte anche odori, i ricordi o solo qualche falsh back e perciò riconosco bene lo spirito di quello che scrivi.

    Sono un sentimentale, lo ammetto (e a volte direi anche purtroppo…)

    Probabilmente è meglio riaprire la panca delle cose importanti della vita solo in alcuni momenti, per non abusarne.L’importante è che quella panca si continui a riempire..

    Auguri a te, window!

  8. @aleike

    Eh eh eh… giusto per farvi capire che ero un gangster fin da piccolo!!! Altro che Al Capone…

    @ofvalley

    No… sicuramente il fascino di una chiavetta USB è ben diverso che quello di un vecchio album, anche se pure il digitale ha i suoi non pochi pregi…

    @missmeletta

    Che bello!!! E si… è proprio così! La nostra storia viene spesso scandita dalle nostre fotografie…

    @NightTripper

    Quanto all’essere sentimentale… beh, allora siamo in due! :)

    Buona Pasqua a te, Marco…

  9. Ecco il post sentimentale, ora come ora, mi mancava, sì io sono una sentimentale ostinata, di quelle che i suoi scatti li ha nella testa e solo ad averli lì a volte fan male oppure talmente bene da essere indelebili.

    Mi piace questo post, mi piace il messaggio che c’è, che bisogna pur sempre rompere qualcosa per avere la forza e la meraviglia per poter ricominciare!Sì sì me lo rileggerò in certi momenti un po’ così…

  10. @redcats

    Allora meglio non farlo!!! :)))

    @CurlyzTerron

    Grazie :)

    @unattimoprima

    Io ci credo… credo davvero che gli inizi hanno sempre bisogno di “rotture” precedenti…

    @MarraS

    Ah si? E quale?

    @donburo

    Ed io ti faccio gli auguri per il 25 aprile… così mi porto avanti! :)))

  11. devo assolutamente farti i complimenti per il titolo del blog…conosco tutto il film a memoria…per non parlare di tutti i vestiti di lei…vabè lasciam perdre…

    grande!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.