La pubblicità è l’anima della blogosfera

La pubblicità è l’anima della blogosfera

Si sa, in una società come la nostra in cui esisti solo se appari, la questione della visibilità diventa fondamentale. Naturalmente questo vale anche per la blogosfera. Certo, dei contenuti sempre interessanti, un’esposizione brillante ed un design accattivante sono aspetti importanti, ma niente incide di più della visibilità. Ed ecco infatti che più si commenta e più si è commentati, più si visitano i blog altrui e più si ricevono visite. Per fare un solo esempio, io ho recentemente pubblicato lo stesso post qui e qui, e su CineBlabbers ho ottenuto un numero di commenti 4 volte inferiore rispetto a quello di RW 2.0. Tutto ciò mi ha fatto riflettere e quindi mi ha spinto a prendere il chihuahua per le orecchie [il che è senz’altro molto più salutare che andare in giro ad afferrare i tori per le corna]. E poco importa se ho estinto il misero gruzzoletto messo via durante lunghi ed assennati anni da formichina. Ciò che davvero conta è che ora il mio blog gode finalmente della giusta visibilità, come si evince dalla seguente immagine.

27 pensieri riguardo “La pubblicità è l’anima della blogosfera

  1. hahaha…

    io visito diversi blog in cerca di informazioni utili, ma non sono molto commentata….

    Ehi, ma oggi è il grande giorno???

    Come si dice in questi casi?

    Auguri?

    :)

  2. devo dire che se fossi commentato quanto commento sarei un guru della blogosfera :-)

    Se commento non è per essere commentato ma solo perché mi interessa quello che leggo… evidentemente non sono altrettanto interessante :-)

    Quanto all’appeal del mio blog confesso che esteticamente è un po’ una schifezza… forse dovrei rivolgermi a qualcuno che mi faccia un lifting… rear, conosci qualcuno? :-)

    Quanto alla pubblicità, pur lavorando nel campo non sono evidentemente altrettanto bravo con i blog che con gli altri prodotti… Migliorerò? Chissà! :-)

  3. @rigirandola

    Se ti riferisci al matrimonio, è stato giovedi 11 dicembre… ossia il giovedi successivo al post che mi hai recentemente commentato nel mio vecchio blog. Blog che ho chiuso per aprire questo, lo scorso 29 gennaio… :)

    Salutoni e grazie comunque per gli auguri!!!

    @PF1

    Probabilmente se commentassi decisamente meno rispetto a quello che fai, il tuo blog sarebbe ancora meno conosciuto e riceveresti molte meno visite e commenti :)))

    Quanto al lifting… eh eh eh… non avevmo mai pensato a me stesso, come ad un chirurgo estetico!!! :)))

  4. @donburo

    Darmi torto? Letteralmente impossibile!!!

    @Catrash

    Ti ringrazio molto sia per quello che hai detto su Daily Suicides sia per i complimenti al blog.

    Un saluto. Paolo.

    @Adam’s Rib

    Eh già… e chissà chi è la fortunata!!! :)))

  5. Ciao, passavo di qui per caso e…caspita davvero fiiiigo il tuo blog! Posso linkarti? sarei felice di aggiungerti tra i miei amici.

    Anch’io ne ho uno sai, ma davvero non è figo come il tuo (una cifra)..:(

    Posso chiederti dove hai preso il tuo template?

    Sembri davvero un tipo giusto, cioè.

    Vorrei entrare nel vostro giro, ma non so come…:(

    Ripasserò e se ti fa piacere..passa dal mio!!!!! Ciao!

    Ok, deficienze a parte sono pienamente d’accordo. Del resto credo che la questione sia stata già plenamente affrontata qui e altrove in passato.

    Le “regole del gioco” della blogosfera sono un pò queste. e siccome io delle regole precotte generalmente me ne frego, mi sa che rimango contento delle poche anime che visitano il mio feudo fantasma..

    (dici che puoi darmi qualche consiglio? :p)

  6. Oh che meraviglia! Non è che hai un posticino per una appena svegliata fra le nuvole? Giusto lì sopra, fra quelle lucette, appesa a una nuvola. Grande Paolo. Massì chi commenta di più più è commentato ma che importa, c’è posto anche per letture vere e pensiero. O almeno lo spero :)

  7. @Isabel1

    Un salutone a te! :)

    @Notforever

    Ecco… hai colto il punto!!! :)

    @Night Tripper

    Sarebbe però interessante capire quanto di ciò che scriviamo in un blog ha come obiettivo la condivisione, lo scambio, e quindi l’arricchimento e quanto invece è la soddisfazione di un bisogno meramente personale che nasce e muore con noi e non prevede un’interattività con gli altri.

    @Smilla

    Per te un posticino fra le nuvole c’è sempre, naturalmente… :)

    Quello che maldestramente ho cercato di dire con questo post è che ciò che importa non è certo avere più o meno commenti, quanto piuttosto ciò che ho appena scritto a Night Tripper. Se ciò che scriviamo è rivolto agli altri, perchè un confronto con gli altri può arricchire le nostre idee, allora vale la pena ragionare su queste cose, secondo me…

  8. Che geniaccio…però sta attento che anche i chihuahua se si inalberano…ahi ahi ahi son dolori!

    Potere della pubblicità e dei mass media!

    Ma io lo so diventerai una star, una celebrità…anzi già lo sei!

    Paolo for president!

  9. Indubbiamente l’attenzione che proponi circa l’uso del blog riguarda il lato costruttivo e serio della comunicazione bloggara (in termini di interscambio, come dici).

    Da questo punto di vista credo ciascun blog parli da sè.

    Per quanto mi riguarda posso confessare che la mancanza di “applicazione” riguarda principalmente la mia pigrizia da internauta e a volte poco tempo.

    Ma, come ho detto altre volte, i miei “contributi” forse non fanno testo in questo senso.

    Poi, ahimè, nonostante un blog si lasci scoprire (nei suoi egoismi o condivisioni), c’è sempre quel velo virtuale dietro il quale si possono nascondere mille verità.

    A volte come nella vita reale, del resto.

  10. Aggiungo che indipendentemente dalla risposta che un lettore può dare, leggere inevitabilmente mette a confronto con se stessi e con chi scrive… (attenzione…) Ergo, non si sfugge. Anche solo nel “primo step”

  11. Meglio pochi commentatori ma buoni…Comunque io ieri ho stabilito il mio record di visite perchè nel post ho scritto “Facebook” e “Led Zeppelin” e ho messo un famoso video con la Loren e Mastroianni (giuro che c’era un nesso tra le varie cose). Mah!

  12. Da me, commentatori ondivaghi,a volte di più a volte di meno, ma non posso diventare “commentatrice compulsiva” solo per avere “commenti sbrodolanti” ;-)

    Stop! :-)

    Vorrei anch’io la pubblicità come Paolo! Ma non ho il chihuahua!:-(

    Letto il racconto, mi è piaciuto molto anche quello! :-)

    Buon fine settimana! R

  13. @Damiani

    Mi inchino e ringrazio! OLE’!!! :)

    @unattimoprima

    E’ vero, hai ragione: conosco certi chihuahua incazzosi che manco Sgarbi!!! :)

    In quanto al president, farei sicuramente meglio di berlusconi… beh, in effetti non ci vuole molto…

    @redcats

    GraSSSie :)

    @NightTripper

    E’ vero: un certo confronto esiste solo attraverso la semplice lettura… perlomeno è un attività che salva anche dalla pigrizia

    @juliaset

    Un post pieno zeppo di icone di ieri e di oggi… come il titolo del film con Loren&Mastroianni

    @fiordicactus

    Grazie per aver letto anche il racconto su Daily Suicides… :)

  14. Mah, io scrivo per me, non cerco niente, faccio come mi pare, però anche così patisco una certa compulsività da blog…. Forse la cosa migliore è sedersi sul molo al mare e godersi un tramonto frizzante ma anche un po’ caldo.

  15. @ofvalley

    Approvo l’idea di uscire a godersi il tramonto… però tornati a casa si può sempre scrivere un posticino… :)

    @seaweeds

    Il cartellone mi è costato un cineblobber della testa!!! :)

  16. Già la condivisione è essenziale e necessaria. Lo scambiarsi opinioni su ciò che si è scritto deve essere il fine vero dello scrivere sul blog. Quindi anche il nostro commentare deve essere finalizzato a questo. Un far girare idee e riflessioni, uno stimolare la discussione ecco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.