Scripta Manent

Siamo alle comiche finali. Il PdL è un partito confuso, allo sbando, dove berlusconi si occupa ormai solo della propria guerra personale contro i magistrati, ed i maggiorenti stanno lottando uno contro l’altro allo scopo di ereditarne la guida. Non si può spiegare altrimenti la vergognosa vicenda dei manifesti “Via le BR dalle Procure” con cui in queste settimane si è tappezzata Milano, e contro i quali ieri ha tuonato Napolitano. La responsabilità di questa ignobile operazione è stata assunta da Roberto Lassini, un candidato nella lista del Partito delle Libertà alle prossime elezioni comunali.

Oggi il PdL – Sindaco di Milano e Presidente del Senato in testa – pretende il ritiro della sua candidatura. Resta però da capire di cosa è colpevole Lassini, visto che i suoi manifesti riprendono dichiarazioni che il Presidente del Consiglio rilascia ormai da tempo. Solo 10 giorni fa, ad esempio, aveva affermato: «Devo liberare il paese dai giudici. La magistratura in Italia è un cancro, una metastasi. Abbiamo avuto le Brigate Rosse che usavano i mitra, ma certi pubblici ministeri sono peggiori perché usano il potere giudiziario, sono più pericolosi per la democrazia». E’ evidente allora che questi manifesti non sono altro che il frutto di un clima avvelenato di cui è responsabile il premier, quindi, quando Schifani chiede la testa di Lassini, non si vede perchè non debba fare altrettanto con berlusconi, a meno che certe cose sia possibile dirle ma non scriverle. Chissà.

Questo post è catalogato in berlusconi, napolitano, politica. Vai al permalink.

23 Commenti

  1. Paluca66 commenta:

    Concordo.

    Posso uscire un attimo fuori tema?
    Ieri sera ho visto Terra di confine di kevin Costner, non lo avevo mai visto e mi interessava avere un tuo parere sul film (poi ti darò anche il mio) se l'hai visto.

  2. redcats commenta:

    Il poveretto ha or ora comunicato che non si presenterà, poveraccio, voleva fare come il Capo, ma lui non è il Capo!  redcats

  3. utente anonimo commenta:

    L'ipocrisia del PDL ha raggiunto livelli insopportabili. Il premier ha detto le peggiori cose sui giudici (persone malate, persone che amano far del male, antropologicamente diverse, brigatisti, ecc…), poi scoppia il finimondo per dei manifesti che riportano quelle che, se fossero state virgolettate, potevano benissimo essere citazioni di una delle sue molte distruttive, velenose, assurde, farneticazioni.
    In un Paese serio, democratico e civile, non si dovevano dimettere solo quei 3 ritenuti responsabili, ma anzitutto il Presidente del Consiglio, che utilizza quotidianamente la propria carica pubblica per attaccare istituzioni avverse al cittadino Silvio Berlusconi.

  4. luigi commenta:

    guarda che Lassini ha detto che non si candida e che è pentito dei manifesti…come sempre, tanto rumore per nulla…ormai è un incubo Berlusconi, te lo sogni pure di notte secondo me…..rilassati….
    non è successo nulla, tutto a posto…manifesti spariti, scuse fatte, colpevole trovato e depennato alle liste, mi pare che basti no??

  5. RearWindow commenta:

    @paluca
    Ciao. Purtroppo non posso darti nessun parere in merito perchè è un film che non ho visto. Merita?

    @redcats
    Il premier ha detto che ha fatto male a dimettersi. E ti credo… ora tutti si chiederanno perchè Lassini sì e berlusconi no…

    @carlo
    Solo un partito allo sbando può pretendere le dimissioni di uno come Lassini e non comprendere che se lui si dimette, altrettanto dovrebbe fare il premier che quelle frasi va ripetendole da mesi. E se l'elettorato del centrodestra fosse composto da persone intelligenti, queste dovrebbero capire che sono rappresentate da dirigenti in evidente stato confusionale, i quali si dichiarano incompatibili con Lassini, ma si guardano bene dal condannare quelle stesse frasi quando sono in bocca di berlusconi.

    @luigi
    Mi pare che tu sia il solo che riesca dire "molto rumore per nulla", visto che è dovuto intervenire Napolitano per condannare l'inciviltà di questa operazione. Ma il punto è un altro ancora… ed è quello che viene spiegato da Carlo al commento numero 3. Lassini, poveretto, non ha fatto altro che riprendere le dichiarazioni infamanti di berlusconi. Allora se è giusto, come è giusto, che lui si dimetta, a maggior ragione dovrebbe farlo anche berlusconi che di quella frase apparsa sui manifesti è l'ispiratore!!

  6. crimson74 commenta:

    Qualcosa nel PDL si sta muovendo… il problema è che è tutto all'insegna del 'vorrei ma non posso': Berlusconi, come il più classico Crono, continua ad avere il 'vizio' di mangiarsi i 'figli' (un pò come Pannella, anche se i due casi sono diversissimi): la supposta investitura di Alfano appare più che altro volta a bruciarne il nome. Tremonti se ne resta bello in disparte, peraltro ben sapendo di non avere il carisma del capo, anzi, essendo cosciente di riscuotere un'antipatia generalizzata: se si candidasse alle elezioni, pure Bersani al confronto sembrerebbe brillante. Insomma: l'impressione è che nel PDL si cominci a essere stanchi di Berlusconi, ma che non se ne possa fare a meno per mancanza di alternativa. In tutto questo c'è la Lega, che a Milano è restata scottata per aver visto bocciare la sua aspirazione ad avere un candidato ed ora con la Moratti sta tenendo un basso profilo, quasi disinteressandosene (e secondo me manco le dispiacerebbe tanto se vincesse Pisapia), e che sperando nell'implosione del PDL, spera di mettere uno dei suoi alla Presidenza del Consiglio… Maroni è comunque meno antipatico di Tremonti…

  7. acquacotta commenta:

    Eppure, nonostante l'unanime condanna del mondo politico c'è ancora qualcuno che difende Lassini. Il premier Silvio Berlusconi, infatti, da Palazzo Grazioli si è detto amareggiato di quanto accaduto «quel Lassini avrebbe fatto bene a non dimettersi, fosse dipeso da me…». E scaglia un nuovo attacco al Colle: «Il capo dello Stato è stato prontissimo a bollare come ignobile provocazione i manifesti sulla procura – tuona Berlusconi – ma nessuno si è sognato di intervenire o di aprire un'indagine su Asor Rosa che ha progettato un golpe sulla prima pagina di un giornale».
    di Giulia Zanotti
    http://www.nuovasocieta.it/

  8. pyperita commenta:

    Imperdibile ieri la Gelmini a Ballarò. Una serata che è già un cult.

  9. Sed commenta:

    Credo che in nessun partito serio i candidati siano liberi di organizzare la propria campagna senza un minimo di coordinamento con l'Organizzazione.
    Quindi anche i propri manifesti.
    Che ci vogliono far credere? Che loro, quellli del PDL  così attenti alla comunicazione, particolarmente quella elettorale, sono caduti dalle nuvole quando hanno visto l'infiorata di Lassini.?

  10. laila81 commenta:

    Pochi passi e … il baratro!!

    P.S. Buona Pasqua, in largo anticipo che domani si parte!

  11. DonBuro commenta:

    Il nostro Premier è in demenza senile…

  12. tiptop commenta:

    più che demenza senile, direi paranoia.

  13. luigi commenta:

    semplicemente dico che da noi è sempre tutto amplificato a mille…già passato tutto..cambiamo argomento..

  14. RearWindow commenta:

    @crimson
    Sono d'accordo con la tua analisi… il problema è che il PdL in crisi, spinge ancor di più sul pedale dello scontro a 360 gradi… un gran brutto momento

    @acquacotta
    Quando un intellettuale come Asor Rosa dice le cose che ha detto (che personalmente condivido in pieno), vuol dire che l'emergenza democratica che il Paese sta vivendo è diventata ormai insostenibile!

    @pyperita
    Non ho avuto il coraggio di guardarla… mi sono fermato a Crozza…

    @sedlex
    Mi pare una riflessione giustissima.

    @laila
    Tanti auguroni anche a te… :)

    @donburo
    Il problema è che ci rimettiamo tutti noi…

    @tiptop
    :)

    @luigi7
    Passato tutto… mah insomma… ancora ci devono spiegare perchè Lassini deve dimettersi e berlusconi, che quelle stesse affermazioni comparse sui manifesti le fa da mesi, no. Quando ce lo avranno chiarito, oppure quando si sarà dimesso anche berlusconi sarà davvero passato tutto…

  15. crimson74 commenta:

    In tutto questo non pare affatto casuale l'attacco frontale di Galan a Tremonti: evidentemente, visto il basso profilo tenuto da quest'ultimo, si tenta di 'stanarlo' per coinvolgerlo nella lotta interna… e considerando che Tremonti da sempre è il punto di congiunzione tra Berlusconi e Lega, non si fatica a capire perché…

  16. crimson74 commenta:

    P.S. Galan dice: con Tremonti si perdono le elezioni: ergo, Galan crede che a elezioni ci si andrà presto…

  17. tiptop commenta:

    Ergo, è vero che dicono balle per farsi eleggere dipingendo una realtà e programmi che non possono esistere.

  18. piadellamura commenta:

    passo per augurarti buona pasqua, la politica non mi appassiona, da sempre di sinistra ,ora non mi ritrovo nè da quel lato nè dall'altro.

  19. luigi commenta:

    @tiptop
    ah invece a sinistra….

  20. Paluca66 commenta:

    RW secondo me merita sì, è un western classico ma con degli spunti notevoli, con una recitazione di Robert Duvall che mi ha stregato e con la dimostrazione che Kevin Costner dietro la macchina da presa, checchè se ne dica ci sa fare, eccome!

    Colgo l'occasione per fare a te e alla tua signora i migliori auguri di una serena Pasqua

  21. luigi commenta:

    depongo l'ascia di guerra…e faccio tanti tanti cari e sinceri auguri di BUONA PASQUA a te e deliziosa signora….
    si ma da martedi si ricomincia neh???

  22. RearWindow commenta:

    @crimson
    Beh… speriamolo per davvero che si vada presto ad elezioni… io non vedo l'ora

    @tiptop
    Un disastro!!!!

    @piadellamura
    Io invece ti faccio gli auguri di buon primo maggio!!!

    @paluca
    Allora lo recupererò senz'altro e visto il ritardo con cui rispondo, buon Primo Maggio!!! :))

    @luigi
    Grazie… e anche a te, visto che rispondo con ritardo, faccio gli auguri di buon Primo Maggio!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.