La rumba

E’ stata fissata per il prossimo 30 luglio la data dell’udienza in Cassazione per la discussione del ricorso presentato dalla difesa berlusconi contro la condanna in secondo grado per il caso Mediaset. Il Cavaliere è stato condannato a 4 anni di reclusione (di cui tre indultati) e a cinque di interdizione dai pubblici uffici per frode fiscale. Così su Repubblica.it in merito alla vicenda: «L’altro giorno il ministro Dario Franceschini ha detto che il collante dell’antiberlusconismo è finito, e che il Pd avrebbe dovuto ritrovare le ragioni del suo stare insieme, quand’ecco che il fantasma di Berlusconi riappare, a porre a ciascuno dei senatori democratici la fatale domanda: tu con chi stai? Dopo il 30 luglio, in caso di condanna e d’interdizione dei pubblici uffici, il Senato dovrà decidere a voto segreto se confermare o negare la decadenza da parlamentare di Berlusconi. Se lo salvano, salta il Pd; se fanno la cosa più ovvia, fatta sin qui in sessantacinque di storia repubblicana – ovvero ottemperare a una sentenza definitiva letta dai giudici in nome del popolo italiano – allora si sfasciano le larghe intese. E’ subito partita la solita rumba dei falchi e dei falchetti di Silvio, che minacciano perfino l’Aventino pur di concedere un salvacondotto al Capo, e le cui gridano echeggiano nel Paese  sfinito dalla crisi, dove ogni italiano si chiede con angoscia fino a quando ancora avrà il suo posto di lavoro, e chi non ce l’ha più non sa dove sbattere la testa. Il Pd, aggrumatosi nella strana maggioranza, pacificato, si era illuso di poter archiviare l’anti-berlusconismo; invece alla fine riemerge sempre con tutto il suo carico di anomalie, come succede ormai da vent’anni: a interrogarlo, a interrogarci tutti».

Un assaggio di quanto potrebbe succedere si è già avuto nel pomeriggio di oggi, quando il PdL ha minacciato la crisi e ha imposto al suo alleato di governo il blocco dei lavori parlamentari per un giorno, per protesta contro il partito dei giudici che vuole “giustiziare” il Cavaliere. La resa di fronte al diktat berlusconiano, che ha spinto il PD ad «avallare atteggiamenti di eversione istituzionale» [come affermato da Rosy Bindi] dà la misura esatta dell’inettitudine dei democratici.

Questo post è catalogato in berlusconi, politica. Vai al permalink.

106 Commenti

  1. DonBuro commenta:

    B. andava fermato sul nascere. Ora non si possono più fare calcoli. O ce ne liberiamo una volta per tutte cercando di tornare ad essere un paese serio, oppure continuerà la deriva a suon di barzellette e troie.

  2. luigi commenta:

    premesso che qui si parla come se la condanna fosse già scritta (con Berlusconi di mezzo, mai nulla è sicuro)..è ovvio che in un modo o nell’altro, il governo è destinato a crollare…come dice Donburo, andava fermato per tempo, ormai è troppo tardi, e comunque vada, sarà un fallimento …

  3. redpoz commenta:

    il problema è l’anti-berlusconismo doveva essere “archiviato” già da lungo tempo nel PD.
    non fraintendermi: se ben ricordi, io sono fra quelli che a novembre 2011 invitavamo alla calma nel decantare la “morte” politica del cav e resto convinto che il berlusconismo come pratica civile e politica sia inaccettabile.
    ciònondimeno, il PD doveva trovare la sua ragione d’essere nell’alternatività a questo modello incivile di “destra”, in una nuova sinistra, sin dalla propria nascita!
    che ci si rifletta solo nell’imminenza del giudizio di Cassazione, è solo un aggravante.

    ciò detto, se in Senato il PD dovesse salvare Berlusconi (ma non si saprà mai… il voto è segreto: nulla ci garantisce che non saranno i grillini a salvarlo!!!), sarà la rivoluzione.
    il giorno stesso, o al congresso.
    ma dubito vorranno rischiare, specie visto il congresso che si avvicina.
    ciò affosserebbe il governo? francamente non lo so.
    ma la cosa per il PD è indifferente: sarebbe il PDL ad affossarlo, eventualmente, e a doversene assumere la responsabilità.
    ed immediatamente dopo, sarebbero SEL ed M5S a riflettere su una nuova coalizione o meno: non dovessero accettarlo, se ne assumerebbero la responsabilità.
    in ogni caso, un governo senza il PD è impossibile.

    in ogni caso, la questione dell’anti-berlusconismo come non è mai stata superata nel senso di cui sopra, non è neppure mai stata archiviata: Berlusconi è e rimane la chiave di volta di un modello politico cui il PD si pone come alternativa.

    • luigi commenta:

      @red
      concordo con te che qualunque cosa succeda, sarà responsabilità del PDL..
      successive coalizioni sono impensabili, Grillo lo ha sempre detto che non andrà mai a governare con qualcuno, o il 100% o nulla…e quindi pure lui si assumerebbe la sua fetta di responsabilità..
      io comunque attenderei il 30 luglio, anche se come dici tu le sentenze sono quasi sempre prevedibili..ma con Berlusconi, ripeto, mai nulla è scontato..

  4. Sed commenta:

    Le sentenze non dovrebbero essere mai prevedibili tanto più nel caso della Cassazione che giudica il Diritto e non il Fatto.
    Comunque non ci sono precedenti : le Camere hanno sempre confermato le sentenze come nel caso di Previti.Inutile immaginare scenari differenti.

    • redpoz commenta:

      ahaha, farà un pò strano, ma io -da giurista- direi che le sentenze dovrebbero quasi sempre essere prevedibili!
      questo, in un mondo ideale in cui il diritto è ben scritto e ben interpretato.

      • Sed commenta:

        Intanto il mondo non è ideale – quasi mai – e poi da giurista dovresti batterti per l’imprevedibilità altrimenti proporre l’abolizione del Palazzaccio.Se sono prevedibili che ci sbattiamo a fare?
        La verifica della corretta applicazione non è affatto scontata manco in un mondo perfetto.Qualcuno che inequivocabilmente *assicuri l’osservanza e l’uniforme applicabilitàl’unità del diritto oggettivo nazionale, il rispetto dei limiti delle diverse giurisdizioni; regola i conflitti di competenza e di attribuzione ci vuole* (belle le parole del regio decreto) e soprattutto garantisce i cittadini.

        • redpoz commenta:

          da giurista…
          ma da cittadino la chiarezza mi sembra imprescindibile (ed anche da giurista non sarebbe male).
          ovviamente, sono conscio anche io che il mondo non è ideale. e con ciò, non penso affatto a togliere un solo grado di giudizio, che sarebbe a tutela dei cittadini anche se non vi fossero problemi di interpretazione

          • Sed commenta:

            Chiarezza è un conto rigidità è un altro. Se le sentenze fossero prevedibili significherebbe che avremmo norme rigide al punto di non essere discutibili ne’ applicabili agli infiniti casi. Tutti vogliono ed è giusto leggi ben scritte ma…nell’astrattezza e nella interpretabilità vivono spazi di democrazia insospettabili.
            Visto che apprezzi Rodotà dovresti apprezzare anche quanto sopra.
            ( se il cittadino e il giurista fossero la stessa cosa sarebbe meglio)

  5. RearWindow commenta:

    @DonBuro
    A berlusconi non avrebbe mai dovuto essere consentito candidarsi. Nel 1994 andava applicata la legge del 1957 per cui i titolari di una concessione pubblica e i rappresentanti legali di una società che fa affari con lo Stato non possono essere eletti. Si è preferito non intervenire, ben conoscendo che razza di personaggio fosse il Cavaliere. Tutto ciò che è venuto dopo è frutto di quella scellerata decisione.

    @luigi
    Certo, qui si ragione come se la Cassazione confermasse sicuramente quanto già stabilito. A quanto leggo in giro pare la soluzione più probabile, staremo comunque a vedere. Nel caso fosse effettivamente così, difficile pensare che non ci siano ripercussioni sul Governo.

    @redpoz
    Difficile in base a come ti poni nei confronti del fenomeno berlusconi non essere tacciato o di antiberlusconismo o, nel caso opposto, di eccessiva timidezza. Il PD ha pagato anche lui le conseguenze dell’enorme anomalia che ha sempre rappresentato il Cavaliere.

    @Sed
    Vale anche per te la stessa risposta che ho dato più sopra a Luigi

  6. luigi commenta:

    ripercussioni sul Governo ci saranno per forza…arrivati a questo punto, non ci sono più vie d’uscita..il problema andava affrontato e risolto molti anni fa…
    aspettiamo comunque…tutto è ancora possibile

  7. Matteo commenta:

    Quando leggo dell’anti-berlusconismo del PD mi gira la testa. E perché non produrre righe sulla verginità di Cicciolina? Cosa significa essere anti-berlusconiano e quando il PD ha fatto qualcosa di anti-berlusconiano?
    Presto festeggeremo i due anni di maggioranza insieme. Non credo che il governo cadrà per via della sentenza della Cassazione. A B. non conviene. Al PDL non conviene. Al PD neanche. Perchè poi il PD che fa?
    Esce dall’esperienza Letta così com’è e propone coalizione a SEL e M5S? Così, ci si adatta. Se non è uno è l’altro. E per fare che?
    Se B. è la chiave di volta di un modello politico, mi domando qual è la politica. Non è una politica di destra. Non è una politica di sinistra. È un surfare sull’esistente allo scopo di perseguire interessi privati, molti illegali.
    Il PD è alternativa? E in 20 anni – di cui parte sostanziale al governo – come si è esercitata l’alternativa? Con che risultati?
    Io dico che Letta dorme sonni tranquilli

    • luigi commenta:

      a questo punto B. non ha piu nulla da perdere, quindi far cadere il Governo, non gli sposta la vita..ma gli servirebbe a proclamarsi vittima di un sistema politico-giudiziario che lo vuole distruggere…anch’io mi domando cosa ha fatto il PD in 20 anni per eliminarlo, e la risposta è: nulla.
      Letta non dormirà sonni tranquilli…ma il PD non sarà responsabile, una volta tanto.
      p.s. alternative a sto governo burla non esistono…

      • Matteo commenta:

        B. ha sempre moltissimo da perdere e avere dipendenti in maggioranza e al governo è nei suoi interessi anche da condannato. Senza contare che quel partito non si limita a rappresentare gli interessi di B. ma anche di quelli che fanno come B. e che lo fanno con B.
        Mica gente che fa cadere un comodissimo Letta per ‘na condannuccia.

        • luigi commenta:

          se le cose vanno come devono andare, penserai mica che accetti la sentenza senza fare nulla?
          deve scatenare l’inferno…e il miglio modo è far cadere questo governicchio..
          non potendo candidarsi alle prossime elezioni, tutta la campagna elettorale sarà incentrata sul piagnisteo e la lamentela..farà la vittima del sistema politico (ma da parte di chi? non del PD di sicuro)-giudiziario..
          il problema non è se cadrà o meno questo psuedo governo, ma che si andrà a votare col solito porcellum..

  8. RearWindow commenta:

    @Luigi
    Penso anche io che, nel caso di conferma della condanna, ci saranno inevitabilmente dei contraccolpi sul Governo…e penso anche io che berlusconi potrebbe sfruttare la situazione per fare ancora una volta la vittima e rovesciare il tavolo…

    @Matteo
    Come dicevo sopra a Redpoz, ci sarà sempre chi immancabilmente criticherà il PD, accusandolo o di essere antiberlusconiano o di non esserlo affatto. Poi, come nel tuo caso, se la critica si muove nella direzione indicata da Grillo, secondo cui PD e PDmenoelle sono la stessa cosa, tutti uguali, tutti ladri, allora ogni cosa diventa più chiara. Non so se il Governo finirà per cadere per via della sentenza della Cassazione (sempre nel caso si pronunzi contrariamente al Cavaliere), certo è che qualche contraccolpo ci sarà.

  9. Matteo commenta:

    Poche righe e problematiche.
    Io ho chiesto cos’è l’anti-berlusconismo e quali sarebbero state le azioni politiche anti-berlusconiane del PD.
    Non ho scritto che sono uguali. Hanno governato gli ultimi decenni. I risultati li vediamo. Hanno responsabilità gravissime entrambi.
    Sono uguali nel senso che li rifiuto entrambi come elettore.

    • redpoz commenta:

      il berlusconismo (“”) è una politica demagogica e populista che nasconde l’interesse personale diffuso dell’assenza di regole e controlli con una mitica ideologia di destra.

      l’antiberlusconismo è quell’idea che vuole rimettere l’etica e gli interessi comuni al centro dell’azione politica

      • Matteo commenta:

        Che tenerezza.
        Il berlusconismo non esiste. L’ha inventato B. per inventare l’anti-berlusconismo.
        B. è un signore che fa affari con la mafia dagli anni ’80 e che aveva forti referenti politici prima di Tangentopoli. Dopo Tangentopoli, si è inventato un partito per coprire il buco di rappresentanza politica. Si è portato dietro i suoi e i loro voti. La politica populista – il berlusconismo – serve solo per raccogliere voti da aggiungere a quelli garantiti dal territorio di provenienza.
        Si è inventato l’anti-berlusconismo per raccontare che le indagini, i processi e le condanne erano persecuzioni politiche da risolvere politicamente, modificando leggi a suo favore.
        Il PD si è adeguato. Il Paese anche.

        • redpoz commenta:

          non so proprio cosa ti faccia tenerezza

        • luigi commenta:

          quindi anche Grillo si è adeguato…

          • Matteo commenta:

            tu come la vedi? Secondo te Grillo si è adeguato?

            • luigi commenta:

              beh visto quello che ha combinato finora, direi di si..
              Grillo è, al pari di Berlusconi, uno sparacazzate biblico, è riuscito a convincere quasi 9 milioni di persone che lui aveva la ricetta per cambiare il paese, peccato che quando si è trattato di passare dalle parole ai fatti, si è defilato, quindi è corresponsabile della situazione attuale.
              tu invece che ne pensi? che i Crimi e le Lombardi ci ridaranno il sorriso?

              • Matteo commenta:

                Cosa ha combinato Grillo – che non è in Parlamento – finora? Anche tu non sei in Parlamento. Cosa hai combinato? Sei corresponsabile di qualcosa?
                M5S non è corresponsabile di niente.
                È opposizione. Con questo PD non puoi essere altro, inutile continuare a credere a Babbo Natale.
                Fin qui la migliore opposizione che abbiamo avuto in Parlamento da quando voto. Mi piace il rispetto degli impegni, le proposte di legge, il comportamento, le attività del gruppo fuori dal Parlamento, l’intransigenza nei confronti dei responsabili veri.

                • luigi commenta:

                  ah si? quindi 9 milioni di italiani hanno votato Grillo e le sue proposte, perchè stia accucciato all’opposizione??
                  aveva la possibilità di fare qualcosa per il paese, ma non ha avuto il coraggio di esporsi..meglio stare all’opposizione e continuare a urlare..

                  • Matteo commenta:

                    Che cosa poteva fare con la possibilità che dici ha avuto? Ha avuto la possibilità di fare che? Dare voto di fiducia a Bersani? Chi è Bersani? Cosa rappresenta?
                    Lo hai visto da te, il partito non c’è e non è credibile. Solo con B. quella dirigenza può fare accordi perché parlano la stessa lingua.
                    Guarda che se il PD vuole la legge elettorale, l’abolizione del finanziamento pubblico, le spese militari, pagare qualche altro miliardo di debiti PA, fai te quello che ti piace e che ti piacerebbe il PD votasse insieme a M5S perchè secondo te sono comuni, lo può fare anche domani mattina. Sfiga vuole che ogni volta che capita, il PD voti altro.
                    Grillo non è all’opposizione. M5S è all’opposizione e non urla. È molto più composto degli altri. Che spesso in Aula non si presentano affatto. Magari stanno composti a casa, vai a sapere.

                    • luigi commenta:

                      non urla, ma ieri ha fornito uno spettacolo indecente…Grillo non ha nemmeno ascoltato quello che aveva da proporre Bersani, ha detto di NO a prescindere, perchè lui non fa allenaze con nessuno, o il 100% (Dio ce ne liberi), o all’opposizione a fare cagnara..in un paese democratico, si usa dialogare con tutti, cercare delle convergenze, ti pare che lui l’abbia fatto? preferisce mandare il paese in malora, non assumendosi alcuna responsabilità, ma limitandosi a fare la solita propaganda populista..qualcuno se ne è accorto, ha provato a dirglielo, ma è stato cacciato in modo vergognoso…Grillo è tutto fuorchè un democratico, in senso largo della parola..o tutto o niente, quindi per adesso niente, e sta li a vivacchiare, lanciando strali dal suo blog..ma perlomeno, si assuma le sue responsabilità: ripeto, aveva la possibilità di cambiare il paese, non l’ha fatto, e allora almeno taccia..

                    • redpoz commenta:

                      mai provato a fare questo semplice ragionamento?
                      -SE M5S vota la fiducia ad un governo con il PD
                      – il governo DIPENDE da M5S, così come oggi dipende dal pdl….
                      – SE il governo PD-M5S sbaglia, M5S “integro e puro” li manda a casa in un nanosecondo

                  • RearWindow commenta:

                    @Matteo
                    Dopo aver letto le tue parole, si può solo sentirsi fortunati per il fatto che molti che hanno votato M5S a febbraio non la pensino come te, visto il crollo dei consensi subito dalla setta di Grillo alle scorse elezioni amministrative, dovuto per la gran parte proprio alle motivazioni che adduce Luigi.

                    • Matteo commenta:

                      @Luigi
                      Le convergenze le puoi cercare e trovare anche ora. Il Parlamento serve a quello. Ogni giorno puoi trovare un sacco di convergenze. Le proposte di legge, mozioni etc. ci sono. Basta votarle. Scrivi al tuo parlamentare di riferimento, magari convergerà? Tu su cosa vorresti convergessero?

                      @Rear
                      Non è una bella sensazione sentirsi fortunati?

                    • RearWindow commenta:

                      @Matteo
                      Scendo più in basso, per continuare il confronto…

  10. luigi commenta:

    l’antiberlusconismo è il collante che ha tenuto insieme i vari pezzi della sinistra, ma senza produrre uno straccio di risultato.
    Di contro, B. ha sempre detto che o si è di centrodestra o comunisti…inevitabile quindi la contrapposizione.
    ma noi siamo il paese delle contrapposizioni, ultima quella tra renziani e antirenziani, ci deve sempre essere un nemico da combattere..siam fatti così.
    definire uguali PD e PD-L, sa tanto di qualunquismo..l’ultimo che l’ha pronunciato è in caduta libera nei consensi..

  11. luigi commenta:

    errata corrige
    PDL e PD – L

  12. RearWindow commenta:

    @Matteo
    Ah beh… non devi chiederlo a me cos’è l’antiberlusconismo, visto che io a più riprese da questo blog ho scritto di non capire cos’è (se hai un pò di tempo/voglia troverai vari miei commenti in questo senso). C’è stato chi ha accusato anche me di essere antiberlusconiano solo per il fatto di aver criticato il Cavaliere diverse volte. Forse è antiberlusconiano chiunque non voti per berlusconi… mah… davvero non so…

    @Luigi
    Quanto al crollo dei consensi a cui fai riferimento, forse la gente sta iniziando a capire che non tutti i politici sono dei ladri e che il Parlamento non è una tomba maleodorante…

  13. Matteo commenta:

    Il Parlamento non è una tomba.
    È un posto dove si sospendono i lavori per 24h perché i gruppi devono decidere cosa fare dopo che la Cassazione ha deciso di esprimersi sulla sentenza Mediaset il 30 luglio.
    Decisione votata da PDL, PD, Lista Civica Monti e Fratelli d’Italia.
    Chissà cosa capiscono gli italiani.

    • luigi commenta:

      gli italiani capiscono che QUESTI parlamentari, se ne devono andare a casa…tutti.
      si faccia la legge elettorale, e si torni a a votare il più presto possibile
      questo, capiscono gli italiani…è poco?

      • luigi commenta:

        e quando dico tutti..intendo TUTTI, anche quelli che sono stati eletti deputati o senatori con 60 voti presi da parenti e amici…

  14. luigi commenta:

    la sospensione dei lavori, è un fatto gravissimo, nessun dubbio.
    andare dal Presidente della Repubblica a fare il demagogo, altrettanto.

  15. RearWindow commenta:

    @Matteo
    Su questo sono perfettamente d’accordo. Dispiace che il PD abbia votato a favore. Si sono opposti solo SeL, M5S e Lega che nella fattispecie hanno fatto una figura molto migliore rispetto ai partiti da te elencati.

    @Luigi
    Del resto è quello che si era detto dopo le elezioni. Si faccia un Governo di natura emergenziale, si riformi la legge elettorale e si torni a votare… ma invece Letta si è messo in testa di rifare la Costituzione con Al Capone…

  16. luigi commenta:

    quello che è successo stamattina, è vergognoso..questa volta hanno ragione da vendere i grillini a definire buffoni i parlamentari del PD…
    partito senza dignità…tutti a casa, e in fretta.

  17. luigi commenta:

    Caro Paolo, adesso che Al Capone rischia la galera (virtuale), mi spieghi che senso ha ancora questo governo burla??
    la legge elettorale doveva essere una priorità assoluta..ne hai sentito parlare?
    la verità, purtroppo, è che nessuno, dico nessuno, vuole mollare la poltrona…

  18. luigi commenta:

    estratto da facebook:

    Davide Faraone (PD renziano)
    Non ho votato la sospensione dei lavori proposta dal Pdl. Magari fra un po’ ci chiederanno di andare a manifestare al palazzo di giustizia.

    gira voce che pure Civati non abbia votato.
    .qualcuno con sussulti di dignità esiste ancora…

  19. luigi commenta:

    ultima ora:

    pare che pure Gentiloni (PD renziano), non abbia votato…

  20. RearWindow commenta:

    @luigi
    Relativamente al Governo Letta, dici le stesse cose che ho sempre sostenuto anche io. La legge elettorale che doveva essere il vero motivo d’essere di un governo d’emergenza è diventata l’ultima delle riforme da fare. Ora si rischia che berlusconi faccia saltare il tavolo e si vada a votare ancora col porcellum. Quanto poi a quello che è successo oggi, è l’ennesima prova di un PD vergognosamente susseguoso nei confronti di Al Capone.

  21. luigi commenta:

    lo so…le nostre idee coincidono,
    ma il problema rimane: chi si fida ad andare a votare con questa legge vergognosa?
    avessero lor signori almeno la decenza di fare uno straccio di legge elettorale prima di mandare tutto all’aria..
    quanto al fattaccio di oggi, fa riflettere, e parecchio sul PD….il PD attuale

  22. Camosciobianco commenta:

    … dopo l’adunata (sediziosa) fuori e dentro il palazzo di Giustizia di Milano, ecco che i fedelissimi di Berlusconi decidono e impongono l’interruzione dei lavori parlamentari con la complicità del PD. Certo, alcuni elementi del fù PCI hanno sollevato distinguo, hanno evidenziato l’oscenità della decisione, ma quando si è trattato di votare si sono astenuti. Per l’ennesima volta. Sono certo che tale atteggiamento lo ritroveremo quando si tratterà di votare sì o no per l’ineleggibilità di Berlusconi.

  23. RearWindow commenta:

    @luigi
    Alla luce degli avvenimenti di ieri, la riforma della legge elettorale diventa – se possibile – ancora più indispensabile ed urgente. Non capisco perchè il PD non prema su questo punto…

    @camoscio
    D’accordo con te. Aver votato per lo stop dei lavori parlamentari, imposto dal PdL a seguito della decisione di fissare fra 20 giorni l’udienza della Cassazione per il Processo Mediaset, è per il PD semplicemente vergognoso. Perdipiù dimostra, se mai ce ne fosse bisogno, come il PdL riesca facilmente a far ricadere sulla vita pubblica di un Paese già provato da una forte crisi economica, le vicende personali del proprio leader.

  24. luigi commenta:

    il PD, questo PD, non spinge perchè, come il PDL, non ha nessuna intenzione di ritornare al voto..mi pare evidente, qui si rimanda tutto..ma non si conclude mai nulla..
    purtroppo

  25. RearWindow commenta:

    @Matteo
    E’ ovvio che una forza all’opposizione non può avere lo stesso peso politico e decisionale di una forza che governa il Paese. Molti di quelli che hanno votato Grillo pensavano che lui proponesse un reale, concreto e pronto cambiamento. Affermare che lui governerà il Paese solo quando avrà il 100% dei consensi da una parte dà la misura dell’antidemocraticità di un Movimento che non intende misurarsi con altre forze politiche democraticamente (per l’appunto) e legittimamente elette, e dall’altra rileva il suo limite strutturale, che è quello di forza che NON si propone di guidare il Paese (a meno di una rivoluzione, non conquisterà mai il 100%), ma soltanto di urlare tutti uguali, tutti ladri, zombi che camminano, tombe maleodoranti e chi più ne ha. Dove sta il cambiamento in tutto ciò?

    @Luigi
    Può anche darsi che al PD la legge elettorale vada bene così com’è… chissà

  26. luigi commenta:

    @matteo
    Le convergenze le puoi cercare e trovare anche ora. Il Parlamento serve a quello. Ogni giorno puoi trovare un sacco di convergenze. Le proposte di legge, mozioni etc. ci sono. Basta votarle. Scrivi al tuo parlamentare di riferimento, magari convergerà? Tu su cosa vorresti convergessero?

    la stessa domanda la rivolgo a te…il mio parlamentare di riferimento non c’è, nè potrebbe esserci con l’attuale legge elettorale, e comunque il mio riferimento non è a Roma ma a Firenze..
    proposte di legge e mozioni ci sono si…a te risulta che il tuo parlamentare di riferimento a 5 stelle ne abbia votata una?? sempre e solo ostruzionismo, alla vecchia maniera, e dov’è la novità??
    qualche parlamentare a 5 stelle ha cercato di convergere, ma è stato brutalmente cacciato dalla setta, quindi???

    • Matteo commenta:

      Ma Luigi caro, certo che esistono mozioni e disegni di legge depositati. Alcuni discussi e le votazioni sono iniziate. E in Parlamento M5S vota, ti risulta di no? Anche la sospensione di ieri parte da una mozione. Quando intervenivi sui caccia, si parlava di attività parlamentare, mica di una canzone a Sanremo. Certo che votano. E non fanno ostruzionismo, presentano emendamenti quando ritengono di dover emendare, come si fa in Parlamento.
      Peraltro sono sempre presenti. Ti risulta abbiano saltato qualche votazione?

      • luigi commenta:

        e secondo te stando all’opposizione e dicendo sempre di NO a tutto e tutti, a prescindere, cambierete il paese? come dice giustamente Paolo (Rear è informale), difficile che riusciate a proporre qualcosa stando per conto vostro..e se provaste voi a fare un passo in avanti?
        certo che in parlamento M5S vota, come tutti gli altri..ma dimmi un punto uno del programma dell’ayatollah portato a buon fine..
        senza dialogo e convergenza non vai da nessuna parte…
        io sono convinto che molti parlamentari dei 5 stelle sarebbero disposti al dialogo, ma dopo le epurazioni volute da Grillo, stanno tutti zitti e allineati..
        la chiami democrazia? nel PD ce n’è troppa, da voi zero…

        • Matteo commenta:

          Luigi non esiste un punto di nessun programma di nessun partito portato a buon fine a luglio 2013.
          Cosa vuol dire votare sempre NO? Votano anche a favore, il problema è che la maggioranza vota contro. Ma in democrazia funziona così. Cosa c’è che non ti va?
          M5S dovrebbe votare con la maggioranza per far vedere convergenza indipendentemente da cosa si vota? Se ieri votava per la mozione Brunetta, andava bene? Non capisco proprio cosa auspichi. Per favore spiegati.
          Per esempio: desideri che M5S voti con il PD per cambiare la legge elettorale? E qual è la proposta? Il PD non vuole votare la proposta M5S, che ha votato la mozione Giacchetti quindi si suppone che la voterebbe se fosse presentata come ddl. La legge elettorale che vuole il PD – non quella che dice di volere, quella che porterà a votazione – la si conoscerà dopo i famosi 18 mesi (che restano sempre diciotto, come se non ci fosse un punto di partenza)
          Insomma, cosa dovrebbero votare e con chi per farti contento?

          • luigi commenta:

            ma non devi fare contento me, ma il paese…
            la mozione Giachetti fu bocciata dal PD, ma non in modo compatto, e tu lo sai…

            http://www.repubblica.it/politica/2013/05/29/news/legge_elettorale_ancora_scontro_alla_camera_sulla_proposta_di_ritorno_al_mattarellum-59891351/
            anche ieri non c’è stato fronte compatto nel PD, ma il PD è quello che è…io non mi aspettavo nulla di che..ma voi, che siete entrati in pompa magna a Roma…

            non è colpa mia se alle elezioni di febbraio ha vinto la vecchia nomenklatura del PD…spero che qualcuno se ne ricordi alle prossime (a babbo morto di sto passo) elezioni.
            il governo del fare per adesso è il governo del farò..forse..
            si sta prendendo tempo, si sta perdendo tempo, anche se alcune scelte (IMU e IVA), hanno, momentaneamente ridato un pò di fiato al paese.
            è chiaro che questo governo non piaccia a nessuno, ma ripeto, è anche colpa vostra se siamo ridotti cosi..difficile ammetterlo? io vorrei capire dall’opposizione, cosa riuscite a fare..spiegamelo, mentre invece al governo (come vi aveva chiesto il vostro elettorato), perlomeno potevi discutere le tue proposte.
            la legge elettorale, caro Matteo, la chiediamo tutti…

  27. luigi commenta:

    @rear
    questa legge elettorale non va bene a nessuno, ma va bene a tutti..finche rimane in piedi, nessuno parla di elezioni anticipate..Berlusconi non le vuole, il PD nemmeno..e andiamo avanti così…

  28. Matteo commenta:

    @Rear
    Quindi la questione è il governo, non la convergenza in Parlamento su punti di programma da trasformare in legge. La convergenza c’è già: con il partito che hai votato tu la convergenza è frequente. Ti infastidisce? Con il PD quasi mai. Ti stupisce? Però intuisco che tu desideri che M5S faccia governo con PD.
    Poiché la domanda è stata posta anche ieri in conferenza stampa e hanno risposto direi che la risposta sta lì: dipende da cosa si propone e se chi lo propone è credibile. A occhio e ad orecchio non farebbero un governo con questa dirigenza PD (tu lo faresti?), sembra più probabile una fiducia a un governo di personalità esterne alla politica con una storia riconoscibile e un programma condiviso. Però per farlo bisogna essere in due. Il PD lo farebbe? Chiedono atti concreti (come li chiede il PDL al PD e li ottiene). Per esempio, il PD rinuncerebbe ai finanziamenti? In nome del cambiamento, non varrebbe la pena?
    Il cambiamento sta lì, ma mi chiedo perché si chieda a M5S un cambiamento e poi si chieda loro di fare un governo con chi non esprime alcun cambiamento. Non saresti deluso?

  29. RearWindow commenta:

    @Matteo
    Per me la questione è incidere. Chi ha votato M5S a febbraio voleva incidere sul cambiamento… e come ti ripeto una forza politica alla guida del paese può incidere molto di più che non una forza che sta all’opposizione. Nella fattispecie il M5S avrebbe potuto incidere sul cambiamento se avesse accettato il governo col PD. La risposta che mi dai circa un’allenza governativa fra PD e M5S è – come dire – conseguenziale all’idea che Grillo ha del PD, che non è la mia ed evidentemente non è neppure quella di molti elettori grillini delle politiche, visto il tracollo alle amministrative. Comunque personalmente non sono affatto infastidito che SeL e M5S abbiano più volte condiviso delle iniziative, ben vengano le convergenze (io al confronto democratico ci credo)…

  30. Matteo commenta:

    @Rear e Luigi (faccio risposta cumulativa)
    Ma benedetto ragazzo, il tuo giudizio sul PD si baserà ben su quello che fanno (e che critichi nel tuo blog) o su che altro? Certo che se sei al governo puoi fare molto di più, ma non c’era niente da accettare, non è stata fatta una proposta di governo, si è chiesta la fiducia. Hanno risposto non ci fidiamo. Hanno fatto male? Hanno chiesto restituite i rimborsi. Hanno chiesto votate Rodotà e poi ne riparliamo. In entrambi i casi il PD non avrebbe fatto nulla di innaturale. Avrebbero dato un segnale. Hanno preferito di no e fare altro. Sarà mica colpa del M5S. Cosa bisogna fare, salvare il PD da se stesso? E come si fa, tu lo sai? Il PD non vota neanche i candidati PdR PD. Bersani era incaricato e neanche si è presentato a chiedere la fiducia. Non gliela davano neanche i suoi. Con chi lo deve fare ‘sto governo il M5S se nessuno vuole farlo con loro? Letta potrebbe cadere ogni secondo se il PD lo decidesse. C’è bisogno di coraggio e cambiamento? Fai cadere Letta, restituisci i rimborsi e concordi una squadra di governo di esterni ai partiti con un programma comune con M5S. Ancora niente fiducia? Allora colpa loro e si va al voto. Invece il terrore quotidiano è che PDL faccia cadere il governo. Che non è neanche carino nei confronti dell’alleato: hanno dimostrato di essere il peggio possibile, ma mica di essere scemi.

  31. RearWindow commenta:

    @Matteo
    Il PD l’ho criticato varie volte (anche in questo post), ma non penso come Grillo che sia equivalente al PdL o che comunque non sia una forza con cui poter stringere un’allenza. Lo ripeto qui per l’ennesima volta: Bersani ha corteggiato Grillo per più di un mese, perfino in diretta streaming. Ciò che il profeta del vaffanculo ha saputo dire è stato solo NO su tutto. Se la responsabilità che successivamente al suo rifiuto di un esecutivo PD+M5S ci sia stato un Governo Letta non è sua, non so di chi è.

  32. Matteo commenta:

    Revisionismo storico. È una soluzione (anche se non ho ancora trovato il problema)

  33. luigi commenta:

    @matteo
    non posso che essere d’accordo con Paolo..
    piu di cosi non so Bersani cosa potesse fare, si è persino umiliato in streaming con due incapaci come Crimi e la Lombardi (una perfetta imbecille e cafona)..ha fatto le sue proposta, ha perso 2 mesi per correre dietro al partito del vaffanculo…cosa doveva ancora fare???
    diciamo piuttosto che al M5S non interessava andare al governo, molto piu comodo stare all’opposizione, in questo momento, che prendersi delle responsabilità…
    comunque su una cosa credo che siamo tutti d’accordo:
    legge elettorale e voto…AL PIU’ PRESTO

  34. Matteo commenta:

    Luigi, non ti capirò mai.
    Ha proposto di dare la fiducia, non di fare il governo. Non ha fatto due mesi di proposte, ne ha fatta una. Non farmi ripetere tutto, l’ho scritto un paio di commenti fa. Anche quello che se voleva, poteva fare di più. Leggi e se ti va rispondi.
    Che poi è bella ‘sta cosa che si è umiliato. Ma si è umiliato a fare cosa? Non è umiliante vedere sfilare i propri candidati PdR tutti bruciati? Non è umiliante ricevere l’incarico, ma non avere neanche il coraggio di presentarsi alle camere per la fiducia, almeno se non ti danno il voto lo facciano apertamente? Non è umiliante votare certi personaggi del PDL? Non è umiliante votare la mozione Brunetta? Non è umiliante vedere l’attività de governo Letta?
    Cosa c’è di umiliante nell’incontrare in streaming M5S?

    • luigi commenta:

      Caro Matteo,
      ti ribalto la cosa: anche Grillo, se voleva, poteva fare di più, e non limitarsi sempre e solo a mandare affanculo tutti quanti…
      umiliato..si..umiliato..è stata una rappresentazione penosa e patetica, e finche riguarda i cittadini grillini, va bene, facciano querllo che vogliono tra di loro(anche se le discussioni che contano le fanno in gran segreto..)..ma quando un leader politico si presenta davanti a un tribunale casereccio a chiedere la fiducia, siamo al ridicolo..ma forse era proprio quello l’obiettivo di Grillo…umiliarlo davanti a tutti (parlare di programmi con la Lombardi è allucinante).. non hanno nemmeno degnato di uno sguardo il povero Bersani, men che meno si sono interessati se i punti proposti fossero di loro interesse:il capo aveva detto no, a prescindere.
      ripeto: qualcuno ha provato a dialogare, sai benissimo che fine ha fatto..
      vorrei anche chiarire, che io non sono di quelli che ha votato Bersani, lo ha subìto..immaginando le conseguenze, anche se non avrei mai pensato a una debacle simile..spero serva per il futuro.

  35. RearWindow commenta:

    @Matteo
    Altro che revisionismo storico!!! Ma tu ti sei fatto un’idea del perchè il M5S ha perso una buona metà dei suoi voti in 2 mesi? Non rispondermi per favore che le amministrative non sono le politiche. Questo lo sappiamo entrambi, come sappiamo entrambi però che moltissimi elettori di febbraio son rimasti delusi dalle scelte di Grillo. Tutti revisionisti?

    • Camosciobianco commenta:

      … una buona metà?? Non esageriamo, non facciamo dichiarazioni stile “Berlusconi ha ottenuto 10 milioni di voti” quando in realtà ne ha presi poco più di 7 milioni. I 10 milioni sono riferiti alla coalizione, ma questo pochi lo ricordano veicolando così un informazione non corretta.

      La cifra più vicina alla realtà per il Movimento 5Stelle è “un terzo” e stando molto larghi, anche se il sogno di tanti è …tutti i voti! :-D

      • RearWindow commenta:

        @Camoscio
        In realtà mi son tenuto stretto. Secondo il Corsera infatti il M5S ha perso dalla metà ai due terzi dei voti delle politiche.

      • luigi commenta:

        dipende da luogo a luogo…
        nel paese vicino a me è passato dal 30% al 3%..
        eppure era venuto Grillo a parlare…ma del nulla, solita propaganda fumosa e senza senso…alla gente interessano i problemi del territorio, lui manco sapeva dov’era, e ha fatto il solito pistolotto PDL e PD-L uguali..ma chi se ne frega!!!

  36. RearWindow commenta:

    Comunque, per tornare ON topic, ecco cosa scrive Civati sul suo blog:
    «Non è serio che Schifani dica che se in Cassazione sarà confermata la condanna di Berlusconi, cadrà il governo. Perché avevamo capito che il governo era stato formato per affrontare le necessità del Paese e le sue urgenze. E invece. Potevano dirlo subito, così ci saremmo risparmiati queste settimane un po’ complicate, per dirla con un eufemismo. In ogni caso, non è serio fin da ora. E il chiarimento deve arrivare subito, non il 30 luglio. Soltanto accettare questo schema e questi argomenti, è sbagliato. Spero che i leader del Pd, quelli attuali, sappiano trarne le dovute conseguenze. Prima che sia troppo tardi.»

  37. Matteo commenta:

    Non lo so. È brutto se non mi interessa? Se li votano e dopo due mesi non li votano più, vuol dire che sono delusi? Che sono volubili? Magari allora tornano? Votano solo se nevica? Boh. Che importanza ha?
    Se davano la fiducia a Bersani non li perdevano? Siccome hanno perso voti, cosa consigli? Chiamano il PD e propongono di dare la fiducia ad un governo PD per recuperarli? E per fare cosa?
    MI sembrano cose che vanno bene per un talk show a La7. Non sono preparato.
    Il PD ha vinto in molte città. Dopo aver fatto il governo Letta. Allora vuol dire che era giusto il governo Letta? Però il PDL ha perso voti. Quindi era giusto per il PD e sbagliato per il PDL? Quindi gli elettori PD ne sono soddisfatti?
    Guarda, scusa, ma proprio non so.
    Civati? Io l’adoro.

    • Anonimo commenta:

      Matteo io adoro te. Dov’e’ il tuo blog con i tuoi post? Lo aspetto..

      • Matteo commenta:

        Caro Anonimo, non ho un blog, ma questo qui dove sei capitato è molto bello. Resta e partecipa.
        Specie se sei una sommelier bionda naturale e risiedi ai Castelli, resta.

        • Anonimo commenta:

          Ti leggo molto volentieri anche se come i qui presenti non hai la dote della sintesi ; ) tutti prolissi e ripetitivi.
          E tu sei moro occhi verdi amante dell’arte?
          Continuero’ a leggerti lo stesso.
          Mi scuso per il breve off topic.

          • Emmeggì commenta:

            Matteo mò c’hai pure le amanti (o gli amanti?) segreti, e te tocca, er blog. Idee per il titolo?

            • Matteo commenta:

              Emmegì, impossibilissimo! Non posso dilungarmi perché ho i minuti contanti (urge bronceado), ma sono impegnatissimo a lavorare ad altro. Oltre che fan di MadMen sono anche fan di Homeland. Ebbene, mi è apparso lo spirito di Saul Berenson, il quale riguardo la questione mi suggerisce (come sempre) “do not leave any stone unturned”, al che lo spirito di Carrie Mathison (arrivano insieme in auto nera) – in evidente crisi bipolare delle sue – comincia a parlare a 200/h di stones unturned e di message under the stone, comincia a creare una timeline di 5 colori one for each floor, Matteo, no elevator, can’t you see? E di dover tirare una riga between Capitol Hill and those hills in the North covered with primroses, insomma ci sto ancora lavorando anche perchè sai come sono loro, bisogna saperli seguire, comunque sia pare che la questione dell’anonimo e del blog sia purple per loro. Io li seguo, vediamo un po’. Ma ho origliato che a full confession followed by a sincere ziwo piping (self criticism) can ease the position of suspects. Che però non ho capito, ma magari qualcuno capirà
              Buon weekend

              • RearWindow commenta:

                @Matteo
                Homeland l’adoro anche io! :)

              • Emmeggì commenta:

                se facessi un blog scritto così ti tireresti dietro di quegli elementi…Dai!
                pure la mia compagna s’è sorbita homeland entusiasta. io ho passato la mano perchè le serie succhiano troppo, e stiamo ancora finendo La serie, Lost

                • RearWindow commenta:

                  @Emmeggì
                  Lost, semplicemente la serie più bella di sempre! Ne parlo anche nel blog: qui e qui… il primo link lo puoi leggere tranquillamente, il secondo solo se avete già superato la quarta stagione…

                  • Emmeggì commenta:

                    In completo disaccordo anche qui: Lost forse all’epoca ha saputo rinnovare un linguaggio e introdurre elementi interessanti, ma per me si becca un sonoro 4. Sceneggiatura raffazzonata, personaggi quadrati, soggetto funzionante per due stagioni, massimo, mentre ne tira fuori sei minacciando la pazienza di ogni spettatore!!

  38. RearWindow commenta:

    @Matteo
    Non so se su Civati sei sarcastico, ma io l’apprezzo molto… se ce ne fossero un pò di più di Civati nel PD sarebbe un partito migliore…

  39. Matteo commenta:

    Ho letto il testo del ddl Zanda-Mucchetti sul sito del Senato, scorso alcune reazioni e interpretazioni.
    A parte la noia di parlare sempre di B., mi domando, con sentenza Cassazione a breve e pronunciamento della Giunta per le elezioni pure a breve, non sarà un bad timing? Perché ora?
    Affrontare la questione dopo Cassazione e Giunta, liberi dall’urgenza degli eventi e dalle polemiche che li accompagnano, dicendo che lo si fa per dare chiarezza. La legislatura dura 5 anni (cioè 18 mesi, da contarsi a partire dalla data di fine legislatura meno 18 mesi), B. a settembre festeggia i 77, pur baldanzoso, mi sa che alla prossima farà fatica.
    Non sembra che si voglia alimentare il disagio, la confusione, la polemica?
    Tanto da fare questo mese e il prossimo ce n’è comunque, no?

  40. crimson74 commenta:

    E’ sinceramente disarmante notare come il PD non cambi mai, non impari da nulla… Non gli è bastata nemmeno la vicenda dell’elezione del Presidente della Repubblica; si cade sempre nel solito errore: la base pensa una cosa, il ‘Partito’ ne fa un’altra, spesso completamente opposta; opponendo, come al solito ragioni di ‘opportunità’… Insomma, del PDL si potrà dire tutto il male possibile, ma almeno vedi l’elettore medio, vedi il parlamentare medio e trovi una certa identità… Se prendi un elettore medio del PD e per esempio, il capogruppo alla Camera Speranza, ti chiedi com’è stato possibile che il voto di quell’elettore abbia portato in Parlamento quell’eletto… Il problema è tutto lì: il PD sbaglia, rassicura, rabbonisce e al prossimo giro la storia si ripete… A questo punto mi viene in mente che il problema non è il PD che non impara dagli errori… sono gli elettori che continuano a votarlo…

  41. luigi commenta:

    @redpoz
    mai provato a fare questo semplice ragionamento?
    -SE M5S vota la fiducia ad un governo con il PD
    – il governo DIPENDE da M5S, così come oggi dipende dal pdl….
    – SE il governo PD-M5S sbaglia, M5S “integro e puro” li manda a casa in un nanosecondo

    risposta:
    ipotesi da scartare, finche Grillo continuerà a dire che i parlamentari vivono in una fogna, PDL= PD-L…tutti uguali, zombies, morti viventi ecc ecc…
    perciò, o sto governicchio va avanti con le riforme, o se cade, si torna a votare…possibilmente con una legge elettorale nuova..altre opzioni? zero.

  42. luigi commenta:

    @marcello
    io mi domando come ha fatto l’elettore del M5S a mandare una come la Lombardi in Parlamento…o gente che è entrata con 60 voti…quello preoccupa.

  43. RearWindow commenta:

    @Matteo
    Ddl Zanda-Mucchetti??? Ma qui non possiamo perder tempo con queste sciocchezzuole quando le tue fan chiedono ad alta voce un tuo blog personale!!! Eddai sù, vogliamo proprio deluderle???? :)))

    @Marcello
    In effetti il tuo intervento ha un suo perchè…

    @luigi
    In realtà quella della maggioranza alternativa è un’evenienza di cui si parla sempre più spesso in questi giorni. C’è stata (per quella che vale perchè nella setta di Grillo comanda solo lui con Casaleggio) persino un’apertura da parte del capogruppo dei cinque stelle al Senato ad un governo col PD… staremo a vedere, anche se io preferisco l’opzione nuove elezioni, con una legge elettorale diversa, però….

  44. luigi commenta:

    sai benissimo che l’apertura di Morra vale meno di zero: non si muove foglia che non lo decida Grillo..quindi impensabile un’apertura, anche alla luce delle recenti e passate affermazioni di Grillo (tutti uguali..zombies, siete morti ecc ecc).
    pertanto credo che:
    1)questo governicchio non cadrà, perchè a B. e al PD non conviene andare a votare (vincerebbe Renzi, e questo il PD non se lo può permettere)
    2)se dovesse cadere, non esistono altre alleanze possibili, quindi si tornerebbe al voto..
    quello che mi preoccupa, è che nessuno parla di legge elettorale, e questo significa che a nessuno interessa andare a votare al piu presto…meglio tirare a campare.
    infine, mi associo anch’io al coro che a gran voce chiede che Matteo apra urgentemente un blog…:)))

  45. luigi commenta:

    tranquillizzati da B. sulla tenuta del governo e dal buon esito previsto per il suo processo…
    colgo l’occasione per augurare a te, dolce consorte e frugoletta una magnifica domenica…:)
    ma mi allargo, e la auguro anche a tutti coloro che contribuiscono a rendere piacevole e interessante il tuo blog…compresa la fan di Matteo:)

  46. RearWindow commenta:

    @Luigi
    Buon inizio di settimana a te… sul fatto che questo governo non cadrà, non sono molto d’accordo. Se la Cassazione deciderà per la condanna a berlusconi, penso che l’esperienza di Letta probabilmente si chiuderà. Quanto alle alternative, penso anche io e spero in nuove elezioni, non col porcellum, però!

  47. luigi commenta:

    ma se Berlusconi è sicuro di essere assolto, il problema dov’è???
    vedrai che si troverà il modo, all’italiana, di risolvere tutto senza vincitori nè vinti..siamo maestri in questo

  48. luigi commenta:

    ..quindi sta bleffando???
    e a che pro?

    • RearWindow commenta:

      @luigi
      Non sta bleffando… sta usando un profilo basso consigliato dai suoi legali, i quali pensano che qualsiasi attacco alla Cassazione sia controproduttivo

  49. luigi commenta:

    è astuto quindi….

  50. luigi commenta:

    oggi vederlo seduto al Senato mi ha emozionato…:))))))

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.