Scontro globale

«Il decreto sul federalismo varato ieri dal governo in spregio del voto del Parlamento [15 a 15, il Parlamento non approva] segna un salto di qualità nel gioco al massacro fra le istituzioni fondamentali della Repubblica a cui da mesi stiamo assistendo. Se allo scontro tra potere esecutivo e giudiziario siamo purtroppo abituati […] ecco che ora siamo allo scontro fra governo e parlamento. […] Bossi vuole il federalismo, altrimenti si va al voto. Berlusconi glielo fornisce in fretta e furia, nottetempo, alla fine di una giornata in cui la commissione Bicamerale incaricata di valutare il testo in questione non lo approva. […] Il Parlamento è un peso, una zavorra che impedisce a Berlusconi di servire il piatto caldo al suo socio, la cui base padana scalpita. Il parere dei rappresentanti del popolo disturba i progetti: lo si ignora. Così oggi Bossi potrà dire che il risultato è incassato e placare i suoi. Il governo sopravvive ancora un po’. La palla passa ora a Napolitano, dunque. Sarà il presidente a decidere se emanare o meno il decreto delegato. E’ facile prevedere che tipo di battaglia si sta per scatenare. Bossi dirà ai suoi elettori: il federalismo è cosa fatta, se il presidente non lo vara è lui il colpevole. Berlusconi è uno specialista nell’individuare il nemico e nell’additarlo al pubblico tv».

Mi pare che le parole di Concita De Gregorio ben evidenzino il pesante schiaffo inferto alle regole costituzionali da parte della maggioranza, mentre – tra le altre cose – la Camera respingeva la richiesta dei PM di perquisire gli uffici di Giuseppe Spinelli, il cassiere del premier che secondo l’accusa avrebbe pagato le ragazze partecipanti alle feste di Arcore. Feste di cui parrebbe esistano diverse foto – offerte sul mercato al miglior offerente – raffiguranti berlusconi senza vestiti, circondato dal suo harem. Il re è nudo e per questo motivo attacca sguaitamente le basi della democrazia: dalla Bicamerale definita «un artificio», alla Magistratura a causa della quale l’Italia sarebbe ormai «una repubblica giudiziaria». Difficile che il nostro Paese possa sopportare ancora per molto un tale  furioso clima da “scontro globale”.

Questo post è catalogato in berlusconi, de gregorio concita, politica. Vai al permalink.

37 Commenti

  1. pyperita commenta:

    Imbarazante ieri Castelli a Ballarò, si è impelagato in una discussione tecnico giuridica sul Tribunale dei Ministri, la competenza ecc. ecc. e ha fatto la figura dell'ignorante, come anche la degna compagna del PDL.  

    Che vergogna!

  2. RudeBad commenta:

    Purtroppo Berlusconi è il fulcro di una politica basata sul culto della persona. Il suo è un potere di visioni allettanti o semplicemente distorte, ma comunque sempre in netto contrasto con la realtà e la verità. Ormai sono giunto alla conclusione che l'Italia non può che essere governata da chi si mostra ad essa nel modo più frivolo possibile, eliminando dalla propria immagine politica qualunque contenuto che possa in qualche modo rendere partecipe gli italiani dei veri problemi politici di una nazione. Nessuno in Italia si è mai occupato di trovare una strada risolutiva anzi, la soluzione è sempre stata quella di negare l'esistenza delle grandi questioni spostando sistematicamente l'attenzione su altro. Lontano dagli occhi, lontano dal cuore … e lentamente il cuore l'abbiamo perso e pian piano perderemo anche gli occhi.

    Un saluto.

    RudeBad

  3. tiptop commenta:

    Già.
    Castelli era anche stato ministro della giustizia.

  4. RearWindow commenta:

    @pyperita
    Già… lo spettacolo di un ingegnere meccanico che cerca di spiegare il diritto ad un ex magistrato ancora non lo avevo visto! Penoso…

    @RudeBad
    D'accordo con te. E' questo il risultato di una smaccata personalizzazione della politica. Non c'è più bisogno delle ideologie. E' sufficiente la figura di un leader simulacro a cui semplicemente si crede o non si crede, aldilà di ogni capacità di analisi critica.

    @tiptop
    Rispondo anche a te ciò che ho scritto a pyperita…

  5. Paluca66 commenta:

    L'opposizione (vergognosa!) non riesce a trovare un'arma politica per eliminare il Premier perchè non ha un programma, non ha una linea di condotta seria, non ha una proposta POLITICA seria e così continua a vivacchiare nella speranza che prima o poi i magistrati riescano laddove i partiti non ce la fanno e così in bicamerale affossa anche le riforma serie.
    Il Premier (vergognoso) si sente l'Unto del Signore e come tale si ritiene impossibilitato a dimettersi per sbloccare questa situazione di impasse (e i suoi scagnozzi lo seguono come cagnolini fedeli in modo che lui si senta sempre di più l'Unto del Signore!).
    In mezzo milioni e milioni di poveri coglioni di italiani affondiamo lentamente giorno dopo giorno senza che a maggioranze e opposizioni gliene freghi una beata fava del nostro destino…
    Che bello se si potesse mandare a casa l'intera classe politica per almeno un anno senza nemmeno il minimo sindacale di stipendio!!!

    P.S.: out off topic: grazie per la segnalazione su Aretha Franklin, davvero emozionante!!! 

  6. sherazade2005 commenta:

    Concordo con pyperita. Ma questa è gente senza pudore e già il fatto di prestarsi al gioc(g)o di B. li qualifica.
    Quanto alle foto ho letto che Brutti Liberati ha detto che non vi sono foto compromettenti il che, credo, significhi che se di lui si vedono sono le ditina forse non basta, poveri noi.

    sherabuonfinesettimana

  7. RearWindow commenta:

    @paluca
    Sarebbe bello sì, eccome!!!
    Personalmente alle due vergogne che hai giustamente indicato, aggiungerei anche la vergogna (forse la più grande di tutte) di un popolo letteralmente instupidito da un signore che nel corso degli anni ha potuto fare e dire qualsiasi cosa indisturbato, senza che la sua nutrita schiera di sostenitori osasse la benchè minima rimostranza. Il New York Times la scorsa settimana si è chiesto incredulo come possono gli italiani sopportare ancora un personaggio del genere. Questa è la vera questione.

    Lieto che Aretha ti sia piaciuta!!! :))

    @sherazade
    Non mi riferivo alle foto in possesso degli inquirenti, ma di quelle – stante alle notizie di oggi – che avvocati ed agenzie, per conto di alcune ragazze, offrirebbero a cifre astronomiche ai vari giornali.
    Buon weekend a te…

  8. crimson74 commenta:

    Le chiacchiere stanno a zero: passa il tempo e Berlusconi invece di perdere consensi, ne acquista (in tutti i sensi…) in Parlamento; passata la proposta sulla non perquisizione degli uffici (ma ormai ci avrebbero trovato poco…), passato il federalismo. Napolitano stoppa, ma Bossi promette un passaggio alle Camere per sanare la questione, e Berlusconi ha la maggioranza tranquilla, da una parte e dall'altra. A questo punto credo che di elezioni non se ne parli… Berlusconi forse andrà a processo,ma anche in questo caso riuscirà a portare tutto alle calende greche. Si può sperare che escano foto o video compromettenti, ma mi chiedo: vale la pena sperare in questo, in foto e video che non faranno alto che aumentare le sonore risate che già si fanno all'estero su di noi? Insomma, via Berlusconi senza se  e  senza ma, ma  è veramente giusto pensare che il fine valga qualsiasi mezzo? L'opposizione intanto è impotente… il 'terzo polo' si sta rapidamente sfaldando, il PD continua a non riuscire a 'sfondare'… eppure potrebbe, dicendo fin da subito che la prossima candidata premier sarà Rosi Bindi: donna, cattolica, dileggiata più volte da Berlusconi: l'unica che secondo me avrebbe reali possibilità di batterlo…

  9. RearWindow commenta:

    @crimson
    Per me in questo momento non esiste emergenza più assoluta di liberare il Paese da berlusconi (e naturalmente dai suoi). Oggi è ancora possibile farlo, domani chissà?
    Quanto alla Bindi, sono strad'accordo con te!!! :)

    @paluca
    Ti ringrazio degli articoli, ma io ritengo di sapere bene quali siano i motivi per i quali berlusconi ha ancora un largo seguito di elettori. Ne ho parlato più volte dalle pagine di questo blog ed è il motivo per cui purtroppo nutro per molti dei miei connazionali una profonda disistima…

  10. redpoz commenta:

    quando ho letto del decreto m'è venuta la bava alla bocca dall'ira! una riforma costituzionale fatta per decreto???
    altro che lesione dei diritti del parlamento, questo è un vero atto sovversivo!
    sono curioso di vedere cosa faranno ora, la lega si sta vendendo anche l'anima e mi stupisce molto che dopo tutte le grida "al voto al voto" ora non facciano nulla. stupisce ancora di più che nessuno dei loro elettori reagisca.

    ad ogni modo segnalo il commento -ineccepibile- del presidente della consulta Ugo De Siervo, per il quale il "federalismo municipale è una bestemmia". per fortuna ancora qualcuno perde tempo a precisare le cose e non solo  a venderle

  11. laila81 commenta:

    La situazione attuale è peggio di qualsiasi nefasta previsione. La stasi in cui si trova il nostro Paese, la pagheremo; l'assoluta mancanza di un apparato statale che realmente si occupi dello stato (e quindi di noi cittadini) è una condanna per il nostro futuro.
    Quello di ieri è stato un colpo di mano degno di uno stato dittatoriale.
    Berlusconi continuerà a comprare i voti che gli servono in Parlamento per poter tirare a campare altri due anni. Io vedo un'unica soluzione. L'opposizione, tutta, allo stato attuale delle cose dovrebbe DIMETTERSI e manifestare così lo sdegno per quanto sta accadendo. Come potrebbe mai andare avanti un governo senza opposizione? Napolitano a quel punto sarebbe costretto a sciogliere le camere… Non vedo altra strada che questa…
    Anche el foto di cui si parla, non credo possano dare la sferzata necessaria per la fine di questo tremendo governo. Quello (il nano) ha la faccia tosta !!

  12. camosciobianco commenta:

    …quello che indebolisce l'opposizione (dal PD a FLI) è il rispetto della legge e dei regolamenti. Detto in altro modo, è impensabile vincere uno scontro politico con Berlusconi perché questi è, oramai, abituato da tempo immemore ad agire in modo anomalo e o illegale.

    Non puoi sperare di vincere a carte con un baro, a meno che tu non adotti i medesimi sotterfugi.

    Oltre a questo, forse sarebbe meglio concentrare l'attenzione sui cortigiani del Santo Arcore. Diversamente dal loro padrone questi non godono dell'impunità e, pertanto, risultano sottoposti alla legge come tutti gli altri cittadini. Non potendo scalfire la corazza difensiva del capo nulla vieta sanzionare chi lo circonda, se vi sono gli estremi per farlo…

    O.

  13. RearWindow commenta:

    @redpoz
    Fortunatamente Napolitano ha stoppato tutto… vedremo adesso quali saranno gli sviluppi. Resta comunque una profonda amarezza per lo spregio delle istituzioni dimostrato ancora una volta dalla maggioranza e da berlusconi in primis…

    @laila
    Sono ormai convinto che in questo Paese ci sia un'autentica emergenza democratica. Credo che ormai si renda necessario un gesto forte che metta insieme le forze responsabili e che allontani questo Pinochet de noiartri dalla vita istituzionale prima, e politica poi…

    @camoscio
    Tu hai ragione, però…. però basti pensare a Dell'Utri condannato in secondo grado per un reato gravissimo, il quale è ancora senatore della Repubblica!!! Basti pensare a Scaiola, che secondo voci sempre più frequenti dovrebbe tornare a dare man forte al Governo in un momento di crisi per quest'ultimo. Io penso che si debba assolutamente andare ad elezioni al più presto, con un'alleanza di forze responsabili a difesa della democrazia.

  14. Sed commenta:

    Succede che il testo torna all'Aula e siccome Napolitano ha pure raccomandato di coinvolgere nell'attuazione Regioni, Enti Locali e Parlamento, il cuore mi dice che Berlusconi avrà qualche problema a porre la fiducia sul provvedimento
    Trionfano le buone abitudini e il corretto rapporto tra istituzioni (che già è qualcosa) ma noi si continua a galleggiare tra una foto e l'altra.
    La via giudiziaria paga solo quando esiste la vergogna o una sentenza di  condanna di interdizione dai pubblici uffici.
    Nell'uno e nell'altro caso, la vedo difficile

  15. paveloescobar commenta:

    Buon weekend e voglio come primo ministro Pino Scotto e come ministro degli Esteri Richard Benson……

  16. RearWindow commenta:

    @sedlex
    Condivido le tue perplessità circa l'approvazione finale del provvedimento, anche se berlusconi è uomo disposto a tutto pur di preservare il potere. Le sue recentissime dichiarazioni contrarie a nuove elezioni mi fanno poi pensare che gli ultimi suoi sondaggi lo diano in caduta…

    @pavelo
    Per carità… il Governo è già pieno di imbecilli, senza doverne prendere di nuovi…
    Buon weekend a te!

  17. paveloescobar commenta:

    Bè un pò di rispetto per chi almeno se ne intende di musica…..
    e poi almeno Pino i suoi 35 anni se li è fatti……

  18. RearWindow commenta:

    @pavelo
    Beh… se bastasse intendersi di musica per essere in grado di risolvere i problemi della gente, allora al Governo potrebbero benissimo andarci anche Pupo ed Apicella ;)

  19. paveloescobar commenta:

    il problema è che tu, con i tuoi commenti intendi dire che i politici ne capiscono di qualcosa, cosa che a me non sembra…….
    almeno Pino si è fatto 35 anni di lavoro in fabbrica e ne capisce di musica, rispetto al politico medio italiano è già un passo in avanti……
    ovviamente la mia è una battuta, che però tu (almeno mi sembra) non hai colto…..
    Notte!

  20. luigi commenta:

    Giorgio Napolitano blocca il federalismo e la Sinistra fa festa. I vari Bersani, Veltroni, Di Pietro stanno tutti lì ad esultare. Come stessero guardando una partita di calcio. Loro, in realtà, hanno già giocato. E hanno perso. (IL TEMPO)

    Fli apre alla Lega, purché lasci Berlusconi
    Berlusconi lasci, bisogna aprire una fase costituente, anche con la Lega afferma il deputato di Futuro e libertà Fabio Granata. «Ripristiniamo la legalità e riformiamo lo stato. Dopo lo stop di Napolitano, cosa aspetta la Lega a prendere atto che il berlusconismo è finito? Per riformare e modernizzare l'Italia serve aprire una nuova pagina costituente nella quale la Lega può essere, insieme a noi e alle altre forze politiche, protagonista. Ma Berlusconi deve fare un passo indietro e non paralizzare l'Italia e la politica italiana» dice Granata.(SOLE 24 ORE)

    I

    l Quirinale dice no al Federalismo e avvicina l'Italia alle elezioni anticipate. (LIBERO)

    buona domenica e un abbraccio a te e dolce consorte…

  21. RearWindow commenta:

    @pavelo
    Mi pare che non ci siamo capiti… può capitare quando si scrive e non si ha modo di cogliere le inflessioni con cui si vorrebbero esprimere le cose. Ti posso assicurare che il post è assai critico con questa classe politica. Tu hai fatto una battuta ed anche la mia risposta era scherzosa. Anche se – perdonami – affermare che Pino Scotto è "un passo avanti rispetto al politico medio, perchè capisce di musica" è un pò come dire che Cassano è meglio di un giornalista RAI perchè sa dare calci ad un pallone. Di Pietro direbbe: "che ci azzecca???" :)))

    @luigi
    Non credo, checchè ne dica il giornalista del Tempo, che la questione sia una presunta (sempre dal giornalista in questione) esultanza della Sinistra. Quanto piuttosto le modalità assai discutibili con cui è stato portato avanti il decreto. Quanto poi all'auspicio che la Lega lasci da solo berlusconi, non credo arrivi soltanto dall'opposizione. E' la stessa base del Carroccio che sopporta sempre meno quest'alleanza.

    @gatta
    Un appuntamento importantissimo. Grazie per avercelo ricordato!

  22. paveloescobar commenta:

    però vedo che continui a omettere il fatto che i suoi 35 anni di lavoro in fabbrica se li è fatti…..sei furbo…..:)
    i politici al massimo si fanno 35 minuti di lavoro…….:)

  23. RearWindow commenta:

    @pavelo
    Ma su questo siamo d'accordo. Però non vale certo solo per Pino Scotto, ma per tutti quelli che si alzano alle 7 del mattino per andare a lavoro e riuscire ad arrivare a fine mese con uno stipendio da fame. Vale per quelli che si son fatti il mazzo per prendersi una laurea e adesso magari lavorano ad un Call Center o – ancora peggio – sono precari o disoccupati. Vale per tutta quell'Italia onesta che fa fatica a mettere insieme il pranzo con la cena, mentre una parte della propria classe politica intrallazza, corrompe e si fa corrompere, truffa e ruba.

  24. DonBuro commenta:

    Tanto siamo agli sgoccioli… si dovrà sopportare ancora per poco…

  25. luigi commenta:

    certamente il malumore c'è, ovvio,la legge è migliorabile, ma se non si comincia mai..  c'è rabbia per l'atteggiamento distruttivo dell'opposizione, disposta a far passare il federalismo in cambio della testa di Berlusconi, alla faccia delle riforme per il Paese..ecco, questo mi fa rabbia, l'indifferenza verso le riforme, ormai la sinistra (Fini compreso) ha solo un obiettivo, e in nome di quell'obiettivo distrugge tutto, la mia idea è che, tolta la Lega, nessuno in questo paese di bananari vuole il federalismo..mi pare evidente…compreso il presidente napoletano..ma possibile che siamo rimasti gli unici che pensano alle riforme? all'opposizione interessa solo Berlusconi, e in cambio della sua testa, è disposta pure a far passare l'odiato federalismo…io capisco che da un certo punto in giu dell'italia, un cambiamento radicale sarebbe mal sopportato, ma barattarlo con la capoccia di Berlusconi…mah…

  26. RearWindow commenta:

    @donburo
    Incrociamo le dita

    @luigi
    Se hai letto le parole di Concita De Gregorio nel mio post, avrai compreso che io la vedo moooooooolto diversamente da te. Come sottolinea sedlex al commento numero 15, Napolitano – oltre a censurare il comportamento del Governo che ha promulgato un decreto in spregio al Parlamento che lo aveva appena respinto (un vero colpo di mano istituzionale) – ricorda alla Lega che il testo necessita di un maggior concerto con comuni e regioni. Il Carroccio ha realizzato un provvedimento così delicato come quello del federalismo in modo frettoloso ed approssimativo senza tenere in considerazione i suggerimenti che sono arrivati dagli enti locali, perchè la sua base non era più disposta ad aspettare. Questo sì che è un comportamento che antepone gli interessi di partito a quelli del Paese.

  27. utente anonimo commenta:

    @PabloRear – per non essere inutilmente prolisso quoto le tue ultime risposte ai commenti.
    Questo governo narcolettico che improvvisamente si rianima gonfiando muscoli decisionisti sarebbe ridicolo se non tenesse le mani sulla barra del potere in un Paese che fa acqua da tutte le parti e che sembra correre verso lo sfascio.

  28. luigi commenta:

    ma l'ANCI per bocca di Chiamparino, si era detta favorevole..almeno cominciamo no?? se non proviamo…te l'ho detto, troppi non lo vogliono il federalismo, è triste ma è cosi..e se son disposti a dartelo in cambio del nemico, pensa che importanza può avere…

  29. camosciobianco commenta:

    …mi ripeto: l'Italia non ha bisogno di riforme, bensì ha una urgente necessità di un Governo, ossia di qualcuno che decida e si assuma le relative repsonsabilità.

    Oramai sono 10 anni che imperversa un modello governativo basato sull'immagine e non sulla sostanza. Nel corso degli ultimi anni i problemi si sono accumulati e pure incancreniti … un po' come l'immondizia di Napoli, che doveva essere eliminta in 15 giorni.

    O.

  30. RearWindow commenta:

    @copyman
    Sottoscrivo in pieno!

    @luigi
    Non è questo il punto. Forse non hai così chiara l'estrema gravità del momento storico che stiamo vivendo. Siamo ormai in piena emergenza democratica. E' in atto uno scontro istituzionale senza precedenti. Chiunque osi  frapporsi fra il premier ed i suoi interessi viene deligittimato: Magistratura, Consulta, Presidente della Camera, Presidente della Repubblica, Confindustria, opposizione, informazione. Si è detto ieri: in questo clima non è più possibile fare riforme condivise. Si è andati oltre: non è più possibile tollerare ancora questa situazione in cui un uomo, pur di salvare se stesso, è disposto a gettare il Paese in un clima di odio sociale. Oggi ci sono cose più urgenti e necessarie perchè questo Paese si possa risollevare dal baratro in cui è precipitato: liberare l'Italia da berlusconi.

    @camoscio
    Mi pare che il paragone con l'immondizia di Napoli sia assolutamente efficace…

  31. luigi commenta:

    mah..prima si parlava di riforme da fare, adesso pare che non gliene freghi piu nulla a nessuno..strano paese il nostro…

  32. ipitagorici commenta:

    Strano paese davvero, se Fini adesso è considerato di sinistra.

  33. acquacotta commenta:

    siam qui a parlar del nulla. il nostro presidente del consiglio sono anni che dimostra quello che pretende dalla politica: farsi gli affari suoi, ignorando le regole, improvvisando risposte di cui non sa nulla, ingiuriando chi deve far osservare la legge, vivere un incanto dorato  alle spalle di chi continua a far il proprio dovere come lavorare e pagare le tasse. tiene legata la lega per avere la maggioranza, ma sul federalismo continueranno a restare sul vago perchè la promessa resterà centrale nella prossima campagna elettorale…

  34. SaR commenta:

    I leghisti dimenticano (si fa per dire) che appoggiano la globalizazzione, insistere col federalismo e per contare balle ai propri elettori, per paura di perderli. Il resto è sotto gli occhi di tutti, uno schifo. Un saluto da Sar.

  35. RearWindow commenta:

    @luigi
    Non esiste più il clima per fare riforme condivise. Ora si deve far terminare la legislatura ed andare a nuove elezioni. Un Presidente del Consiglio con accuse così gravi sulla testa, deve avere la responsabilità di fronte al Paese di dimostrare la sua piena innocenza.

    @ipitagorici
    Eh già… strano è un eufemismo, direi… :)

    @acquacotta
    Hai ragione, anche se si sente che, per quanto lentamente, la protesta sta montando e le coscienze stanno risvegliandosi…

    @SaR
    Hai detto bene. Un saluto a te.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.