Un ministro (indagato) in più

Penso che al mondo non ci sia mai stato Governo con un così grande senso dell’umorismo come il nostro. Bossi e berlusconi sono dei guitti straordinari, degni della miglior tradizione della Commedia dell’Arte.  L’ultimo frutto della loro intesa promette di far sbellicare i pochi connazionali non ancora vittime di 25 anni di ottundimento mediatico.
 
Il federalismo meritava un dicastero, così il nostro beneamato premier, di concerto col suo fedele alleato, ha pensato di affidarlo a tale Aldo Brancher, un passato prima da sacerdote e poi da manager Fininvest. Come a dire una promozione: dalla Chiesa, direttamente all’Unto del Signore. Nel 1993 il neoministro finisce in galera, condannato in primo e secondo grado a 2 anni e 8 mesi per finanziamento illecito e falso in bilancio. Tutto si risolve però in Cassazione, dove il primo reato viene prescritto ed il secondo depenalizzato da berlusconi. Con un curriculum del genere, Brancher è pronto ad occuparsi di politica. Il Cavaliere, sempre riconoscente verso i propri dipendenti che evitano di fare nomi scomodi ai giudici, nel 2001 lo porta in Parlamento e successivamente al Governo, in qualità di sottosegretario alle riforme e alla devolution di Bossi. Nel 2005 il Nostro viene di nuovo indagato per appropriazione indebita, nell’inchiesta relativa alla scalata alla Banca Antonveneta. Reato di cui è tuttora imputato, con un processo ripetutamente rinviato a causa dei suoi legittimi impedimenti istituzionali. Roba che Claudio Scajola al confronto è puro come un giglio di campo. Tre giorni fa Brancher giura fedeltà alla Repubblica Italiana e alle leggi dello Stato dalle mani del suo mentore berlusconi. Bossi è  servito: il federalismo e gli italiani sono in buone mani! L’unico rischio che si può correre è quello di ammazzarsi dalle risate. Ora in Italia, tra il silenzio dei TG di regime, possiamo anche vantarci di avere un ministro reo confesso di corruzione di un altro ministro!
Questo post è catalogato in brancher, politica. Vai al permalink.

42 Commenti

  1. luigi commenta:

    attento a non morire di risate..mi sei simpatico..

  2. redpoz commenta:

    mi hanno fatto notare la coincidenza temporale… una vergogna!
    non c'è proprio mai fine, eh?

  3. RearWindow commenta:

    @luigi
    Tu dai a me del simpaticone? Ma cosa dire allora di quei simpatici scavezzacollo della maggioranza che, in totale spregio del decoro e della decenza, scelgono un indagato per un ministero di cui non si sentiva la mancanza (visto che teoricamente dovrebbe occuparsene già Bossi) e che peridpiù alla collettività costerà non pochi soldi!!!??? Un pò di vergogna non la provate mai???

    @redpoz
    Ormai fare il ministro rappresenta una manna per ogni indagato. Un legittimo impedimento non si nega più a nessuno!!! :)

  4. ipitagorici commenta:

    ma nel merito della questione Luigi non commenta ?

  5. RearWindow commenta:

    @ipitagorici
    Luigi nel merito non risponde MAI. Si limita a dire che le cose che scriviamo sono false, dettate dalla disinformazione  o – peggio ancora – dall'invidia, perchè la Lega continua a crescere e viene votata da un numero sempre maggiore di persone. Vive in un mondo virtuale dove chi ha larghi consensi è automaticamente bello e giusto, dimenticando che Mussolini – solo per fare un esempio – prese il potere attraverso libere elezioni e non grazie ad un colpo di stato. Luigi non comprende (o finge di non comprendere) quanto pericolose siano per il bene del Paese le idee leghiste.

  6. utente anonimo commenta:

    ma guarda che è gia stato delegittimato da Bossi, tranquillo…il federalismo è roba di Bossi e Calderoli, mica dal primo pirla messo lì i dal Berlusca…vedremo quanto conta sto cacciapalle…abbi fede…io sono agitato, qui stiamo pettinando le bambole, e non va bene, il popolo mugugna e ha ragione…federalismo, come promesso, o autonomia…
    sei sempre simpatico, e che ci posso fare???

  7. DonBuro commenta:

    Secondo me è un tentativo per arginare l'irruenza della Lega…

  8. acquacotta commenta:

    intanto grazie per il dettagliato curriculum di Brancher scelto nel mazzo dall'onnipotente e intoccabile nostro primo ministro!! e ancora la lega finge di non appartenere a questo governo che affonderà tutto il paese….

  9. RearWindow commenta:

    @luigi
    Non ci siamo capiti. Non è che sapere che il federalismo sia materia di Bossi e Calderoli mi tranquilizzi. Il punto è un altro e cioè che la Casta, di cui la Lega fa parte a tutti gli effetti, ha preso 2 decisioni in totale spregio della decenza. Ha nominato un nuovo dicastero assolutamente non necessario in tempo di crisi economica e lo ha assegnato ad un personaggio dal passato tutt'altro che cristallino e con pendenze giudiziarie irrisolte. Il Carroccio fa finta di stare all'opposizione di uno sciagurato Governo a cui partecipa e gli unici che ci credono ancora sono i poveri ingenui che continuano a votarla. E' sempre più evidente invece che fra Lega e PdL non ci sono grandi differenze. Entrambi i partiti mirano a sfasciare questo Paese.

    @donburo
    Mah… a me pare che l'unico che provi ad arginare l'irruenza della Lega sia Fini. Sacrosante le parole che ha pronunziato ieri riguardo al partito di Bossi, il cui obiettivo dichiarato è minare l'unità nazionale.

    @acquacotta
    Assolutamente. La Lega fa straordinari giochi di equilibrismo. E' fedele alleato di berlusconi, presenza determinante nel Governo e al tempo stesso finge di stare all'opposizione allo scopo di tranquillizzare il suo elettorato che, se glielo dicesse Bossi, crederebbe persino agli asini volanti.

  10. luigi commenta:

    se lo dici tu…io non la penso proprio così, ma comunque..va bene cosi…siam tutti qui in trepida attesa che finalmente qualcosa si smuova, il popolo leghista (quello  discriminato), domenica ha fatto sentire la sua voce all'Umberto: ci hai promesso il federalismo? e adesso daccelo…io sto col popolo padano…ovvio…poi, che a nessuno freghi del federalismo, ma chissenefrega, ce lo hanno promesso e lo vogliamo…sul ministero farlocco…inutile spendere parole…non conta nulla…e tu sei sempre piu simpatico…

  11. luigi commenta:

    p.s. ..ma perchè?? gli asini non volano???? nooooooooooooooooooo..che delusione…e pensare che ci credevo…

  12. pyperita commenta:

    Avere carichi pendenti è un requisito indispensabile per entrare a far parte del Governo o del Parlamento. Tra simili ci si intende.

  13. utente anonimo commenta:

    Mi sembra che sia un bel modo per berlusconi e la sua cricca (di cui bossi è esponente di punta), per dimostrare che a loro della legalità e del governare per il bene comune non importa minimamente. Hai commesso un reato e sei indagato dalla magistratura? Diventa ministro, così, grazie al legittimo impedimento, la potrai fare franca. Del resto in Italia tutto è possibile perchè non esiste più l'opinione pubblica. Vergogna!

    Matteo.

  14. RearWindow commenta:

    @Luigi
    Ma ancora credi che l'obiettivo sia il federalismo??? Sveglia!!! Tu stesso hai scritto più volte che la Lega sta con berlusconi solo per poter attuare il Federalismo!!! Ma davvero ci credi??? Se davvero la Lega volesse il federalismo perchè allora non attuarlo insieme al PD che ha dichiarato più volte di essere interessato al progetto, ed avere così l'opportunità di sganciarsi finalmente da questo governo neofascista? La Lega sta con berlusconi perchè sono due facce della stessa medaglia. Due modi di intendere questa destra italiana reazionaria, ottusa, intollerante e violenta. Pensare che la Lega sia contro il carrozzone romano del PdL è pura illusione! Fini ieri ha detto benissimo: la Padania è solo un'invenzione propagandistica! Serve da specchietto per le allodole per i creduloni!

    @pyperita
    Esattamente. Triste ma vero.

    @Matteo
    Hai centrato il punto. La scelta di affidare un nuovo ministero a Branchet è una sfacciata dimostrazione di forza da parte di un potere che non è arginato da un'opposizione inesistente e da una opinione pubblica incolta e bovina.

  15. smilepie commenta:

    @ Matteo: concordo.
    L'opinione pubblica si plasma intortandola con dosi massicce di televisione pubblica o privata che sia, filogovernativa…

  16. SaR commenta:

    Ormai siamo alla paranoia, eufemisticamente parlando. Concordo, col tuo dire. Un saluto da Sar.

  17. liettapet commenta:

    Ti interessa da me qualche film? Vorrei parlare di politica, ma non mi va… comunque non sapevo che il nuovo ministro avesse un passato di sacerdote…le vie del Signore sono infinite…..

  18. luigi commenta:


    ..e allora avrai ragione tu…beato te che ci credi, o ti fa comodo crederlo…comunque vediamo che succede…ok<?
    mi sei sempre piu simpatico…
     

  19. RearWindow commenta:

    @Smilepie
    Ciò che dici è tanto più vero se si considera che viviamo in un Paese in cui la televisione ha storicamente sempre ricoperto un ruolo centrale

    @SaR
    Hai ragione: si tratta di un bell'eufemismo! :) Un salutone. Paolo.

    @liettapet
    Dalla Chiesa alla Fininvest e quindi al Governo. In Italia si può fare anche questo!!! :)

    @luigi7
    Ma "mi fa comodo" de che??? Qui non parliamo di comodità personali, ma del bene del Paese. Una cosa che la Lega sta sempre più dimostrando di non avere minimamente a cuore. Alla Lega dell'Italia o più semplicemente dell'altro, sia questo un romano, un napoletano, un extracomunitario, un islamico, un omosessuale, ecc non importa nulla. Basta vedere ciò che si è detto a Pontida ed anche le dichiarazioni irresponsabili di bossi di ieri.

  20. luigi commenta:

    tanto rumore per nulla…buona giornata (l'Italia, forse, vince senza comprarsi la partita, anche se in materia siete maestri…non fate domande di calcio a Bossi, ve le tirate poi..)..tirati su il morale: Miss Padania ha detto che tifa Italia, sei contento?? cita anche queste dichiarazioni, non solo quelle che ti fanno comodo…

  21. RearWindow commenta:

    @luigi7
    Miss Padania??? Ed io che credevo che Bossi e Castelli fossero un filo più autorevoli di Miss Padania!!! Vorrà dire che quando si tratterà di dover votare sul DDL delle intercettazioni alla Camera, chiederemo a Miss Padania di far votare la Lega per la prima volta contro una legge ad personam del duce di Arcore!!! Poi magari le chiederemo anche di prendere le distanze dalle dichiarazioni anti-italiane (dove per Italia si intende lo Stato italiano e non la nazionale di calcio) che nelle ultime settimane sono state pronunziate da personaggi di spicco della dirigenza del Carroccio.

  22. luigi commenta:

    ma x' mi sei cosi simpatico??

  23. luigi commenta:

    notizia di oggi (che ovviamente tu non darai..per comodità..):
    Bossi ha chiesto scusa alla Nazionale di calcio, e si augura che vinca il mondiale…tiè…

  24. RearWindow commenta:

    @Luigi
    Ottimo. Mi fa piacere. Significa che almeno lui ogni tanto si accorge di aver detto delle cazzate e fa marcia indietro, anche se succede ancora troppo raramente (non che dica cazzate, ma che se ne accorga). Comunque sempre meglio di rado che mai, come capita col suo fedele alleato di Governo! :))

  25. luigi commenta:

    ..e qui sono d'accordo…:)))) buona giornata (anche se era evidente che fosse una battuta..)

  26. RearWindow commenta:

    @luigi7
    Leggi un pò questa notiziola di pochi minuti fa. Sorpreso??? :)

  27. utente anonimo commenta:

    no…anche perchè di sto cretino frega un tuboa nessuno..io riconosco solo Bossi e Calderoli..a me gli uomini di Berlusconi non interessano, e poi mi pare sia stato chiaro anche Bossi in proposito…quindi…

  28. fda006 commenta:

    Secondo me, la rettifica di Bossi era volutamente sarcastica….Poi, da veneto, trovo abbastanza divertenti le uscite del leghista medio sui presunti illeciti italiani. Sia che si parli di calcio, che di altro. Sono divertenti, perchè hanno sul serio l'illusione di essere diversi….che l'appartenenza al loro partito, improvvisamente, li ripulisca di ogni peccato. La Lega (come tanti altri partiti, per carità) è un 'partito' (più che altro un movimento, ma vabbè) che è sempre alla costante ricerca della purezza. Purezza ideologica, di pensiero, forse anche di comunità (vedi le buffe uscite del Gentilini sui cani padani). Viste da fuori, dall'esterno della zona 'padana', posso immaginare facciano molta paura, ma da 'dentro' danno un'idea di disorganizzazione allucinante. Sono proprio campate in aria, si affidano al sentito dire, al vociare da bar. ^^

    Non che un politico leghista non possa avere una buona idea. Ne hanno anche loro, in fondo; sono esseri umani. Il fatto è che la loro etica partitica si basa sul "lo dice uno dei nostri, è sicuramente giusto". Basta non sviare troppo dalla (tenue) logica partitica -ovvero no moschee, no culattoni, etc…- e il gioco è fatto. L'elettore leghista sa distinguere tra boutades e vera linea politica, ma non disdegna che le prime vengano effettivamente portate avanti. Perchè in fondo fa comodo porre una linea tra noi e quelli che si presume sbaglino, siano nell'errore. L'italiano come epitome di tutto ciò che è "vecchio", "marcio" e "corrotto", il leghista come segno del "nuovo", del "cambiamento". Poi gli fai notare che hanno le stesse idee da 20 anni, e che i loro elettori sono la parte più conservatrice della società, ma loro vogliono crederci.

    Sono il nuovo che avanza, facciamocene una ragione. Tanto non avrebbero mai la forza di andare avanti da soli, senza italiani con cui prendersela………..la Lega nord dovrebbe prima scindersi in lega Nord-ovest e Lega nord-est (si sa che noi nordorientali rubiamo il lavoro ai nordoccidentali). Poi in lega Friuli, lega Veneta (c'è già ^^), etc…….finchè, come disse una volta Luttazzi, nel 2020 Bossi realizzerà il suo sogno: la scissione di casa sua dal resto dell'Italia. XD

  29. DonBuro commenta:

    Si appellato al legittimo impedimento giusto oggi… sarà mica un caso???

  30. RearWindow commenta:

    @luigi7
    E no caro Luigi! Troppo facile dire così, troppo comodo! Se l'Italia va a rotoli è perchè la gente la pensa come te. La colpa e la responsabilità è sempre degli altri. La Lega sta in questo Governo e quindi deve assumersi la responsabilità di ogni decisione del Governo, compresa questa. Non si può governare e fare l'opposizione allo stesso tempo. Se chi la vota continuerà a ritenere che la Lega non ha macchie, Bossi potrà, con le medesime responsabilità di berlusconi, trascinare il Paese sull'orlo del baratro etico, culturale, sociale e politico!!!!

    @fda006
    Sono d'accordo. Come dicevo a Luigi, la Lega vuol far credere di aver le mani pulite, anche quando se le sporca supportando berlusconi in ogni scelta del Governo. E ci riesce perchè ha un elettorato incapace di reale analisi critica.

    @donburo
    E' proprio la notizia che ho voluto far leggere a Luigi. Se la Lega fosse un partito onesto che ha a cuore il bene del Paese avrebbe impedito questa oscenità.

  31. fda006 commenta:

    Non facciamo però l'errore di credere che l'elettore leghista medio sia un peracottaro…….l'incapacità di analisi critica c'è anche a sinistra. Se facessi un elenco degli elettori pd che conosco che non sono minimamente in grado di obiettare ad una decisione di partito, non finirei più……..il fatto qui è che in Italia MANCA IN GENERALE la capacità di analisi critica sulla politica: sia perchè non ci vengono dati gli strumenti (per cui il dibattito politico è sempre più ostico al profano, che si vede sciorinati addosso una serie di dogmi incomprensibili), sia perchè l'attuale struttura populista del paese, sia a dx che a sx, non prevede analisi ma solo masse di pecore belanti che votano per dei leader da idolatrare a qualunque costo. La lega nord (e ben presto Nordest e nordovest, ripeto ^^) ottiene il successo che ottiene perchè, come fece a suo tempo il pelatino (che ormai comincia a vedere la fine), ha saputo immettersi nel flusso del populismo al momento giusto, toccando le corde giuste.

    Quello che vi dico è, non fate l'errore di demonizzare un partito che, senza avversari, si distruggerebbe da solo. L'unico motivo per cui il leghista se la prende con meridionali, extracomunitari e quant'altro, è perchè così non deve prendersela con i suoi corregionali……perchè, per quanto lo si possa stirare, il concetto di populismo prevede di prendersela sempre con qualcuno, e soprattutto prevede che il "noi" diventi sempre più ristretto.

    Infine, la Lega le mani le ha sporche non tanto perchè si sia accordata con il pelatino, quanto per il fatto che in realtà è un comunissimo partito italiano travestito da "novità". Se proprio vogliamo essere gentili, lo si potrebbe definire "diversamente italiano", ma la sostanza è quella. E' in pratica come uno dei prodotti della Apple: fa le stesse identiche cose degli altri, ad un costo superiore, ma tanta gente lo compra in massa perchè la tivvì dice che è buono. Ma sempre di computer si tratta (e ora, pure uguali agli altri, dato che hanno gli stessi processori dei Pc…..)

  32. RearWindow commenta:

    @fda006
    Non sono completamente d'accordo. Il fatto stesso che, come dici tu, la Lega faccia del populismo il suo "cavallo di Troia", sottointende che il target a cui si rivolge è composto, tendenzialmente, da persone con un grado di cultura non elevatissimo e quindi più facilmente manovrabili, se non manipolabili. L'elettorato del PD e della sinistra in genere è sicuramente costituito, per una percentuale maggiore rispetto a quello della Lega, da persone con un livello di scolarizzazione più alto e quindi con una capacità di analisi critica più sviluppata. Non è un caso, infatti, che da diverso tempo a questa parte esista nel Paese una divergenza ed una conseguente contestazione sempre più marcata fra gli elettori del PD e la dirigenza.

  33. fda006 commenta:

    Hmm, non è proprio così, secondo me…
    Purtroppo il populismo italiano è generalizzato. Per cui abbiamo gente che vota a destra perchè non devono andare su i 'comunisti' e gente che vota a sinistra perchè non deve andare su Berlusconi. E questi sono la maggiorparte, purtroppo. Certo, esiste anche una base (sempre più ristretta) che vota con coscienza, da entrambe le parti, ma è una parte aliena al contesto politico nostrano (per i motivi che ho detto nel commento precedente). Conoscendone tanti, di leghisti, forzanovisti, pdellisti, etc…posso garantire che non è così generalizzata l'incultura. O almeno non così sensibilmente di più di quanto non lo sia a sinistra.

    Il punto è che non si può andare avanti a considerare gli elettori del centrodestra come dei poveri illetterati da educare, perchè così non li si convince di certo a cambiare idea. E' la stessa cosa che pensano di 'noi' del centrosinistra, in fondo. E sappiamo bene come dia fastidio essere trattati come pecore belanti. La cosa che i partiti non fanno più, tutti quanti non uno escluso, è cercare di capire le motivazioni che spingono un elettore a pensarla in un certo modo. Sono diventati superficiali, non cercano di comprendere cosa spinga (ad esempio) l'operaio che prima votava PCI a votare Lega. Vedono tutto come bianco e nero.

    Secondo me, cioè, bisognerebbe cercare di sforzarsi di capire COSA spinga una persona a votare Lega. Al di là del classico "ha paura che gli immigrati gli rubino il lavoro", "è un conservatore", etc… perchè quelle sono le motivazioni di superficie. Le reali sono altre, e hanno a che fare con concetti più profondi di disillusione verso la politica, speranza verso il 'nuovo', e via discorrendo. Poi, ovviamente, ci sono anche quelli che votano l'ideologia tout-court. Ma come per tutti i partiti italiani, sono una minoranza.

    Sempre secondo me, ovviamente. ^^

  34. RearWindow commenta:

    @fda006
    A mio avviso il fatto di chi vota a destra perchè non si deve andare sui comunisti, come dici tu, e viceversa, non ha nulla a che fare col fenomeno del populismo.

    Io non ho detto che tutti quelli che votano a destra sono degli illetterati, anzi me ne guardo bene. Ho parlato, piuttosto, di tendenze. E' innegabile che esista un ampio bacino di persone che votano la Lega perchè sensibili ai messaggi populisti e qualunquisti del partito di Bossi. Del resto il populismo ha tanto più successo quanto più le persone a cui si rivolge non sono in grado di comprendere i raggiri che stanno alla base dei messaggi politici a loro destinati. Il populismo cioè sfrutta una diffusa disinformazione, una certa ignoranza politica, un'esistente frammentazione sociale. La Lega ha successo anche perchè molto abile ad estremizzare, sobillare e manipolare timori e bisogni della gente, alimentando di volta in volta la paura verso gli immigrati, l'odio nei confronti di una politica centrale ed autoritaria, la sfiducia nelle istituzioni viste come distanti dalle realtà locali.

  35. DonBuro commenta:

    Notizia fresca… non gli servirà a niente… speriamo bene…

  36. RiccardoSS commenta:

    Problemi con la giustizia? Udienze giudiziarie in vista? Manda una mail al coordinamento del PdL e ricevi in breve il tuo ministero!!! A quel punto ti basterà invocare il legittimo impedimento per qualsiasi motivo, chessò rifare le tende del tuo nuovo ufficio, e il gioco sarà fatto!!!

  37. luigi commenta:

    felice di essere un populista…padano però…x' se gli italiani sono gli altri, mi dici chi è più razzisya e xenofobo??..sempre col sorriso, ovvio…

  38. RearWindow commenta:

    @donburo
    Notizia freschissima: è stato costretto a farne a meno. Il berlusca, con grande senso dello Stato (come al solito) ha detto: si deve sacrificare! Come se non utilizzare una legge ad personam come quella del legittimo impedimento fosse un sacrificio da compiere. Ed io che credevo che presentarsi davanti ai giudici fosse un dovere, ma anche un diritto che ti consente di dimostrare la tua innocenza!!!

    @RiccardoSS
    Esattamente! E' proprio così!!! :)

    @luigi7
    Non mi sono spiegato: volevo dire che è troppo comodo per la Lega addossare al PdL la responsabilità di alcune scelte controverse. Al governo, oltre i berlusconiani, ci sono i leghisti. La Lega quando qualcosa va male, come in questa occasione, dice "noi non c'entriamo… non ne sapevamo nulla… ci hanno ingannato"! Seeee…. come no!!!

  39. luigi commenta:

    ..e se invece fosse cosi??'

  40. RearWindow commenta:

    @luigi7
    Si dà il caso che Aldo Brancher lavori a fianco di Bossi e Calderoli da almeno 5 anni. Si è occupato di riforme e federalismo da quando, nel 2005, è stato nominato sottosegretario di Umberto Bossi. Ora, siccome qualche elettore della Lega intelligente c'è, il Senatur si è accorto di aver fatto il passo troppo lungo della gamba e scarica la colpa sul PdL… troppo comodo, troppo facile!

  41. luigi commenta:

    mah..finora non ha fatto una cippa di nulla, se non un' uscita infelice…staremo a vedere…lo so che Bossi rischia, il suo popolo-bue, crede solo a lui, e non vuole altra gente tra i piedi, vediamo come ne esce…aspettiamo…

  42. RearWindow commenta:

    @luigi7
    Aspettiamo? Ma cos'altro dovremo aspettare? Ciò che è successo fino ad ora non è sufficiente per dire BASTA???!!! Non è sufficiente per dire che la Casta è andata oltre? Persino la base leghista è in rivolta e tu dici che vuoi aspettare ancora???

    Allora aspettiamo che venga giù tutto… ma non credo che dovremo attendere molto, sai? Forse Dell'Utri verrà condannato anche in appello per associazione mafiosa ed allora sarà la fine di questo governo. Fini si dimetterà da Presidente della Camera e sfiducerà berlusconi…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.